Pensione ai superstiti

Pagina dell'INPS dedicata alla pensione ai superstiti, dove trovare le risposte a: a chi spetta, requisiti, indennità per morte, indennità una-tantum, domanda, quanto spetta, quando spetta, particolarità.

Vai alla pagina dell'INPS

Il Riscatto della Laurea

Pagina dell'INPS dedicata al riscatto della Laurea. Tutto quello che c'è da sapere e che si deve fare per poter riscattare il corso di laurea.

Vai alla pagina dell'INPS

Calcolo del Riscatto della Laurea per un disoccupato

Sul sito dell'INPS è presente un simulatore che calcola quanto deve versare un disoccupato che voglia riscattare il corso di laurea (breve, specialistica, magistrale, diploma universitario, o altro).

Vai al Simulatore dell'INPS

Sondaggi: creali e condividili sul tuo sito o blog


Con Poll Code è possibile, senza neppure registrarsi, creare facilmente sondaggi fino a 30 risposte, personalizzandolo con colori, caratteri e grandezza. E' possibile condividerlo anche con i principali Social Network.

Convegno "Verso una Scuola Open" 17-18/1/13 Trento

Il Convegno intende offrire, nella prima giornata, uno spazio di confronto sullo stato dell'arte dell'Open Source per la didattica a livello locale, nazionale e internazionale anche alla luce della recente legge provinciale "Norme in materia dell'adozione dell'Open Source" del 17 luglio 2012.

Convegno CISL: Cultura, lavoro, persona, società Roma 24/1/13

Col convegno del 24 gennaio 2013 (Roma, Auditorium di via Rieti), dedicato alla secondaria di II grado e alla formazione professionale, si conclude il ciclo di convegni "Una scuola a misura di futuro" organizzato dalla Cisl Scuola. Il programma dei lavori, che avranno inizio alle 9, è ricco di numerosi interventi affidati a esponenti del mondo scolastico, accademico, politico e del lavoro. L'apertura è affidata al segretario generale della Cisl Scuola, Francesco Scrima, mentre le conclusioni saranno tenute dal segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni. Interviene il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo.

Scarica l'invito Programma

Maturità 2013: tesine già svolte

Tutte le tesine più scaricate da Studenti.it

Energia: Educare i futuri Consumatori

La gestione della domanda di energia nell’Unione europea è un aspetto critico per la nostra economia e per il benessere a lungo termine dei cittadini. È necessario non soltanto introdurre
nuove tecnologie che migliorino l’ecienza energetica, ma anche modificare il più possibile le abitudini e i comportamenti dei cittadini. Le abitudini e il comportamento dei ragazzi si formano in tenera età: ciò che apprendono a scuola e fuori li accompagnerà infatti per tutta la vita. I giovani, inoltre, possono influenzare enormemente familiari e amici. Le iniziative che insegnano loro gli eetti dell’uso dell’energia e gli accorgimenti per ridurre il consumo possono quindi produrre vantaggi sia immediati che sul lungo periodo. Il presente opuscolo, con esempi presi in tutta l’UE, mostra i traguardi raggiungibili arontando le questioni di ecienza energetica con iniziative educative destinate agli studenti, ma anche alla più ampia comunità. L’opuscolo si rivolge alle autorità scolastiche locali, regionali e nazionali, alle autorità locali preposte alla gestione della domanda di energia, ai centri di formazione, agli insegnanti e alle associazioni di docenti, alle agenzie energetiche locali e regionali. Ci auguriamo che possa essere una fonte di ispirazione per tutti questi soggetti anché «pensino globalmente e agiscano localmente» per mettere a punto specifiche iniziative educative tese a garantire l’ecienza energetica del nostro futuro.


Educazione al Consumo della Commissione Europea


Idee, lezioni e schede didattiche sull’Educazione al Consumo per docenti della scuola primaria, secondaria e della formazione permanente.

Uno sguardo su DOLCETA (Development of On Line Consumer Education Tools for Adults): idee, lezioni e schede didattiche sull'Educazione al Consumo per docenti della scuola primaria, secondaria e della formazione permanente.


Scatti di Anzianità: a chi spettano e quanto spetta


Scatti di anzianità scuola:

 L’ARAN ha firmato un accordo qualche giorno fa con i sindacati CISL, UIL, SNALS, Gilda degli insegnanti per il pagamento degli scatti di anzianità scuola.
Vediamo nel dettaglio, cosa include questa intesa sugli scatti di anzianità scuola:
Completa validità dell’anno 2011 ai fini giuridici ed economici dell’avanzamento di carriera. Questo punto colpisce anche i docenti che non abbiano maturato il passaggio di gradone nel 2011 e che beneficerà dell’anticipo di un successivo anno del passaggio alla posizione stipendiale consecutiva.

Pensioni Docenti: Vecchiaia e Anticipo


Potranno accedere alle pensioni docenti, nello specifico, alla pensione di vecchiaia, i docenti e personale della scuola appartenenti ad una delle seguenti categorie:
-    Insegnanti nati dal 1/09/1946 al 31/08/1947 e quindi con 66 anni e tre mesi entro il 31 agosto 2013 potranno accedere alle pensioni docenti di vecchiaia
-    Insegnanti con almeno 66 anni e tre mesi entro il 31 dicembre 2013
-    Insegnanti che cessano il termine del periodo di proroga del collocamento riposo disposta dal dirigente scolastico
-    Insegnanti Maschi di almeno 65 anni e un’anzianità contributiva minima di 35 anni, hanno la possibilità di accedere alle pensioni docenti di vecchiaia
-    Insegnanti Femmine di almeno 65 anni e che ha maturato al 31/12/2011 un’anzianità contributiva di 19 anni, 11 mesi e 16 giorni, oppure 14 anni 11 mesi e 16 giorni qualora, però, al 31.12.1992, vanti almeno 1 giorno di contribuzione in conto tesoro
-    Inoltre, è possibile accedere alle pensioni docenti di vecchiaia nel caso di personale femminile, nato sino al 31/12/1950, sempre che al 31.12.2011 abbiamo maturato almeno 19 anni, 11 mesi e 16 giorni di anzianità lavorativa; ovvero 14 anni, 11 mesi e 16 giorni di anzianità contributiva, qualora, però, al 31.12.1992 abbia svolto servizio con almeno 1 giorno di contribuzione in conto tesoro.


Pensione Anticipata Docenti


Per accedere alle pensioni docenti, in questo caso ottenere in anticipo la pensione, invece, i nuovi requisiti a seguito della riforma Fornero sono:
-    Personale maschile con almeno 42 anni e cinque mesi di anzianità contributiva
-    Personale femminile con almeno 41 anni e cinque mesi di anzianità contributiva
-    Docenti con 60 anni al 31 dicembre 2011 e 35 anni di anzianità contributiva
-    Docenti con almeno 40 anni di servizio utile (a prescindere dell’età anagrafica)
Inoltre, la cessazione di servizio è possibile per gli insegnanti femmine, di almeno 57 anni e con un’anzianità contributiva di 35 anni. Se l’anzianità di 35 anni viene maturata nel 2013 il diritto al trattamento pensionistico slitta al 1 settembre 2014.
Fonte: Orizzonte Scuola

Maschere di Carnevale a Scuola

Ecco alcuni siti dove prendere idee per costruire maschere a scuola: