Itinerario Corteo Manifestazione Scuola 10 novembre a Roma

Il corteo, rispetto a quanto scritto sotto, ha in realtà fatto una deviazione. Arrivato a piazza Venezia ha girato per via del Teatro Marcello, ha proseguito per via Petroselli, P.zza Bocca della Vertà, via Santa Maria in Cosmedin, Lungotevere Aventino fino a P.zza dell'Emporio. Ha poi girato per il Ponte Sublicio e ha preso la via di Porta Portese fino a Viale Trastevere dove si è fermato davanti al MIUR.

Il corteo della manifestazione  indetta dal Coordinamento Scuole di Roma del 10 novembre partirà da Piazza dell'Esquilino e raggiungerà Piazza dei SS. Apostoli  dalle ore 15,00 alle ore 19,00. Avrà il seguente percorso: Piazza dell'Esquilino, Via Cavour, Largo Corrado Ricci , Via dei Fori Imperiali , Piazza Venezia , Via Cesare Battisti, Piazza dei SS. Apostoli.


Oggi, sabato 10 novembre, dalle 15 alle 19, a Roma, da Piazza dell’Esquilino fino a a piazza Santi Apostoli, ci sarà una manifestazione che sotto lo slogan di “Docenti, studenti né servi né clienti. Dignità e futuro per la scuola della Costituzione”, sfilerà, sotto forma, di corteo, per la capitale.
Questa manifestazione è stata organizzata dal Coordinamento Scuole di Roma.
Il percorso preciso sarà il seguente: via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia e via Cesare Battisti.
Per questo motivo, però, ci saranno dei disagi nel trasporto pubblico che riguarderanno 40 linee bus: C3, H, 16, 30, 40, 44, 46, 53, 60, 62, 63, 64, 70, 71, 75, 80, 80B, 81, 83, 85, 87, 117, 119, 160, 170, 175, 271, 360, 492, 571, 590, 628, 649, 714, 715, 716, 780, 781, 810, 916.
Al corteo aderiranno docenti, studenti, lavoratori della scuola, genitori, forze sindacali e forze politiche: coordinamento delle lavoratrici e dei lavoratori autoconvocati contro la crisi; Coordinamento delle scuole secondarie di Roma; Comitato No Debito; Federazione della Sinistra di Roma; Flc-Cgil di Roma e Lazio; Italia dei Valori; Sinistra Critica; Unicobas Scuola; Usb Scuola, USI Scuola.
Gli organizzatori hanno voluto rilasciare la seguente dichiarazione: “Lottiamo per la scuola di tutti, quella prevista dalla Costituzione nata dalla Resistenza, che affidava proprio alla scuola il compito di costruire un paese libero, democratico, che a tutti garantisse uguali diritti. Chi non si riconosce in questo non può riconoscersi nelle nostre rivendicazioni”
Questa manifestazione ha lo scopo di tutelare la scuola pubblica statale, quella che tiene nella più alta considerazione le necessità di tutti, dagli studenti ai docenti, agli impiegati amministrativi fino ai genitori.
Oggi, a Roma, protesteranno più di ottanta scuole per ribellarsi all’art. 3 del ddl che porta le ore di lavoro dei docenti a 24, per ribellarsi all’accoglimento dei privati nella scuola pubblica, per ribellarsi ai tagli alla scuola e, in generale, per ribellarsi al governo Monti.
Un altro tipo di manifestazione che ci sarà oggi prevede l’occupazione delle scuole come sta accadendo a Ostia, il liceo Gullace.(fonte: http://www.dottortecnologia.info/)