Il Portale europeo per i giovani


Il Portale europeo per i giovani - l’interfaccia tra i giovani e l’Europa
Il Portale europeo per i giovani contiene informazioni per i giovani europei che vogliono saperne di più sulle possibilità di vivere, studiare e lavorare in un'altra parte del continente. Il portale, disponibile in 25 lingue, presenta informazioni su 8 grandi temi riguardanti l’Europa e 31 paesi diversi.
Il portale può anche essere usato per esprimere un’opinione, basta connettersi ai forum di discussione. Inoltre, si può contattare la rete Eurodesk, che è pronta a rispondere a qualsiasi domanda.
Navigazione
Clicca su una delle voci del menu di sinistra per andare direttamente a una pagina tematica, oppure scegli uno dei sottotemi. Usa una delle voci del menu "Partecipa!" sulla destra per prendere parte alle discussioni online, inviare una domanda o raccontare una storia.
Lingue 
Puoi selezionare la lingua che desideri nella lista in alto a destra di ciascuna pagina. La homepage, i menù di navigazione e le informazioni europee sono in 25 lingue, mentre le informazioni su ciascun paese sono in inglese e nella lingua ufficiale di quel paese.
Le storie raccontate e i contributi al forum di discussione sono nella lingua scelta dallo scrivente.

Commissione europea - DG Istruzione e cultura
Unità E1 Politica della gioventù
Tour Madou, Madou Plaza 1
B - 1049 Bruxelles


Programma Tempus della Commissione Europea


Tempus è un programma finanziato dall’Unione europea che sostiene la modernizzazione dell’istruzione superiore in Europa orientale, in Asia centrale, in Balcani occidentali e regione del Mediterraneo. Il programma Tempus promuove la cooperazione istituzionale e si concentra sulla riforma e sulla modernizzazione dei sistemi d’istruzione superiore nei paesi partner.
È destinato altresì a promuovere la convergenza volontaria dei sistemi d’istruzione superiore nei paesi partner con gli sviluppi dell’UE nel campo dell’istruzione superiore. Per quanto riguarda i Balcani occidentali, Tempus contribuisce alla preparazione dei paesi candidati e potenziali candidati per la partecipazione al programma integrato d’istruzione e di formazione continua dell'UE.
Oltre a dare impulso alla cooperazione tra istituzioni, Tempus promuove anche un approccio “da persona a persona”. Tempus fornisce sostegno ai consorzi di istituzioni composti principalmente da università o associazioni di università. Anche i partner non accademici possono fare parte di un consorzio.
Tempus viene attuato in stretto coordinamento con il programma Erasmus Mundus, che fornisce borse di studio a studenti di paesi terzi per consentire loro di partecipare a master e a programmi di dottorato di alto livello all’interno dell’UE.

Registri online: Nota prot.n. 1682 del 3 ottobre 2012 del MIUR


Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Roma, 3 ottobre 2012
Oggetto: Registri on line - Dematerializzazione attività delle segreterie scolastiche

Negli ultimi tempi sono state introdotte diverse disposizioni che, sostanzialmente, mirano a limitare sempre più l’uso della documentazione cartacea nella Pubblica Amministrazione.
Con il decreto legge n. 95/2012 contenente “Disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica”, convertito dalla legge n. 135/2012, viene dato un ulteriore impulso a questo processo di dematerializzazione che, in particolare, nel settore della scuola riguarda:
  • le iscrizioni da effettuare con modalità on-line;
  • la pagella in formato elettronico, che ha la medesima validità legale del documento cartaceo ed è resa disponibile per le famiglie sul web o tramite posta elettronica o altra modalità digitale;
  • i registri on line;
  • l’invio delle comunicazioni agli alunni e alle famiglie in formato elettronico.
L’anno scolastico appena iniziato rappresenta un periodo di transizione durante il quale le scuole dovranno attivarsi per realizzare al meglio il cambiamento.
Per garantire la trasferibilità dei dati, generati dalle applicazioni che gestiscono i vari processi soggetti a dematerializzazione, verso il sistema informativo centrale, il MIUR ha formalizzato un accordo aperto a tutti i fornitori di software che volessero aderirvi, per la gestione delle attività delle segreterie amministrative e didattiche delle scuole.
L’obiettivo dell’accordo è quello di garantire l’aggiornamento continuo e la compatibilità delle soluzioni software in uso presso le scuole con il sistema informativo del MIUR. A questo proposito si ribadisce il fatto che, nel rispetto della tutela del mercato e della libera concorrenza, nessun soggetto privato può vantare un accreditamento in esclusiva con questo Ministero. Sono stati segnalati all’Amministrazione comportamenti di alcuni fornitori che si sono presentati alle scuole come unici abilitati dall’accordo del Ministero a proporre applicativi.
Si tratta di affermazioni prive di ogni fondamento che stravolgono l’accordo che va,  invece, nella direzione opposta. L’accordo è infatti aperto a tutti i fornitori , a condizione che garantiscano le due principali condizioni:
-  tenere sempre aggiornate le applicazioni ;
-  mantenere gli standard tecnici necessari per il trasferimento dei dati verso il sistema informativo del MIUR.
Poiché l’obiettivo è quello di abbandonare la carta, anche eventuali proposte commerciali che obblighino le istituzioni scolastiche all’acquisto di registri cartacei per fornire, gratuitamente, quelli elettronici vanno nella direzione opposta a quella auspicata.
A questo riguardo, sarebbe opportuno che le istituzioni scolastiche, nell’ambito dell’esercizio della  loro autonomia, valutino al meglio, sia dal punto di vista della funzionalità dei pacchetti sia, soprattutto, dal punto di vista della convenienza economica, le proposte disponibili, utilizzando a tal fine ogni possibile modalità di coordinamento e di scambio di informazioni con altre scuole aventi esigenze simili.
Nell’ambito dell’accordo, la principale associazione di fornitori si è impegnata ad offrire le applicazioni dei registri elettronici nei pacchetti di gestione senza sostanziali  aumenti di spesa.
A breve, le scuole secondarie di primo e secondo grado interessate, per le aule dove non sia presente un personal computer, potranno farne richiesta a questo Ministero attraverso una procedura on line le cui modalità saranno definite con successiva nota.
È inoltre in fase di definizione e sviluppo la gestione dematerializzata di tutta la documentazione delle segreterie scolastiche e a tal fine si stanno approntando delle applicazioni che consentiranno la completa dematerializzazione della documentazione amministrativa sia presso le segreterie scolastiche, sia presso l’Amministrazione Centrale e periferica del Ministero.
Nel corso del prossimo anno scolastico, il processo di dematerializzazione verrà ulteriormente incrementato, attraverso una nuova procedura informatica per le iscrizioni on line, determinando così un’accelerazione della digitalizzazione di tutti i processi amministrativi.
La disponibilità delle diverse applicazioni permetterà una migliore utilizzazione delle risorse e il miglioramento dei processi di comunicazione sia all’interno che all’esterno dell’Amministrazione.
Il CAPO DIPARTIMENTO
f.to Giovanni Biondi

Portale NoiPA - servizi PA a Persone PA

Da ottobre 2012 il cedolino dello stipendio dei dipendenti della Pubblica Amministrazione sarà su NoiPA.

NoiPA è l'unico punto di accesso ai servizi precedentemente disponibili sul sito SPT e sul portale Stipendi PA. In NoiPA trovi un'area pubblica, dalla quale  è possibile consultare tutte le informazioni di cui hai bisogno su servizi e applicazioni o richiedere assistenza, e un'area  riservata, in cui sono disponibili  servizi personalizzati in base al tuo profilo e al tuo ruolo nella Pubblica Amministrazione. Se sei un dipendente, nell'area riservata puoi trovare  da subito i servizi già presenti sul portale Stipendi PA utilizzando le stesse credenziali di accesso (codice fiscale e password). Se sei un operatore del sistema puoi accedere alle applicazioni presenti oggi nel sito SPT direttamente dalla home page del nuovo portale. Nel tempo il portale si arricchirà di nuovi servizi e aree collaborative. Scopri il mondo NoiPA: servizi PA a Persone PA.

Guarda il video lancio del nuovo portale NoiPA!

I contenuti Multimediali in classe

Con questa videoguida il docente ha la possibilità di verificare l'utilizzo dei video e degli oggetti multimediali come integrazione alla didattica. Inoltre, grazie alla LIM - Lavagna Interattiva Multimediale, è possibile utilizzare una strumentazione d’avanguardia, di grande impatto sulle modalità di apprendimento della classe.

L'Educazione Stradale in classe

Stefano Torracchi  "In classe...." con studenti e docenti per una serie di lezioni on line a partire dal concetto di educazione stradale e di strada con i suoi elementi costitutivi fino all'aspetto scottante dei danni provocati dall'abuso di sostanze alcoliche e psicotrope. La rubrica si svilupperà attraverso una serie di lezioni con cadenza settimanale, arricchite da immagini e filmati.






Programma Marie Curie per i ricercatori d’Europa che vogliono studiare all’estero

Video sul programma di mobilità Marie Curie che consente ai ricercatori d’Europa di studiare all’estero. Le azioni Marie Curie facilitano ai ricercatori l'accesso alla formazione al di fuori del proprio paese garantendo competitività e attrattiva della ricerca europea. Facilitare ai ricercatori l'accesso alla formazione al di fuori del proprio paese è essenziale per mantenere la competitività e l'attrattiva della ricerca europea. Inoltre, come mi ha spiegato Giuditta Carabella delle Relazioni Internazionali della Sapienza, incoraggiare la cooperazione mediante programmi di mobilità offre ai ricercatori una larghezza di vedute e di esperienze che rende migliori gli scienziati e, quindi, migliora la scienza. Se sei un ricercatore, esiste sicuramente un'azione Marie Curie adatta al tuo caso. I fattori chiave che determinano l'ammissibilità sono l'esperienza di ricerca e l'eccellenza, non l'età. Le azioni riguardano tutti i livelli, dai ricercatori all’inizio di carriera a quelli di livello internazionale con competenza ed esperienza scientifica consolidata. Alice Lizza presenta l’esperienza di Gaetano D’Amato.

MAE, Ministero degli Affari Esteri promuove borse di studio all'estero

Video sulle opportunità offerte dal Ministero degli Affari Esteri: dalle borse di studio per il Collegio d’Europa a quelle erogate dai governi esteri per i cittadini italiani, fino al Fulbright che favorisce lo scambio culturale tra l'Italia e gli Stati Uniti. Bartolomeo La Monarca, funzionario Mae, descrive i programmi di borse di studio per gli stranieri e per gli italiani residenti all'estero. I programmi sono vari ed eterogenei e riescono a includere differenti tipologie di studenti e laureati. Uno di questi è il master presso il Collegio d'Europa.   

Programma Grundtvig per l'Educazione degli adulti

Video su Grundtvig l’unico tra i programmi comunitari dedicato all’educazione degli adulti. Grundtvig fornisce agli adulti percorsi nuovi per migliorare le loro conoscenze e le loro competenze professionali e risponde alle esigenze didattiche delle persone coinvolte in ogni forma di istruzione degli adulti, quindi anche degli istituti e delle organizzazioni che si occupano di questo tipo di istruzione. Angela Miniati dell'Agenzia LLP - Lifelong Learning Programme descrive nei particolari l'iter per accedere al progetto e gli enormi vantaggi di coloro che vi hanno preso parte. Alice Lizza presenta l'esperienza di Manuela Sebeglia, ex insegnante che ha partecipato al progetto Grundtvig.

Programma Erasmus Mundus

Video sul programma Erasmus Mundus, programma di mobilità che permette di ampliare le prospettive di carriera degli studenti tramite la cooperazione con paesi terzi. Il programma seleziona e sostiene corsi europei che corrispondono in Italia ai corsi di laurea specialistica e ai master universitari di primo o secondo livello. Molti lo confondono con l’Erasmus ma l’Erasmus Mundus è un programma a se stante. Anch’esso permette di viaggiare e il suo scopo è quello di migliorare la qualità dell'istruzione superiore europea e di promuovere l’immagine dell’UE come luogo d’eccellenza nel campo dell’apprendimento attraverso la cooperazione con paesi terzi. Mattea Capelli, delle Relazioni Internazionali della Sapienza, descrive le logistiche e le opportunità del progetto mentre Alessandra Gallerano ci parla della sua esperienza di Erasmus Mundus in Scozia, Portogallo e Francia.

Facoltà di Agraria

Video sulla Facoltà di Agraria. Dati, numeri e informazioni preziose per capire meglio cosa ci aspetta all'interno di questo corso di studi. Due schede chiare ed esaustive per una scelta consapevole ed informata.

Dipartimento di Fisica


Video sul Dipartimento di Fisica. Dati, numeri e informazioni preziose per capire meglio cosa ci aspetta all'interno di questo corso di studi. Due schede chiare ed esaustive per una scelta consapevole ed informata.

Dipartimento di Studi Linguistici e Letterali

Video sul Dipartimento di Studi Linguistici e Letterali. Dati, numeri e informazioni preziose per capire meglio cosa ci aspetta all'interno di questo corso di studi. Due schede chiare ed esaustive per una scelta consapevole ed informata.

fonte: http://www.raiscuola.rai.it

Partenariati Scolastici Comenius


Manuale per gli Istituti Scolastici per partecipare ai Partenariati Scolastici Europei proposti dalla Commissione Europea

Programma Comenius per studiare all'estero (studenti e docenti)


Video sul programma Comenius che riguarda l'istruzione scolastica e si rivolge sia ai docenti sia agli studenti delle scuole secondarie. Gli obiettivi sono quello di aumentare gli scambi di allievi e personale docente nei vari Stati membri dell’UE, quello di favorire partenariati tra istituti scolastici e quello di incoraggiare l'apprendimento delle lingue. La Commissione Europea ha creato un manuale per la mobilità degli studenti Comenius rivolto ai docenti, agli studenti e alle famiglie ospitanti e ai genitori. Il manuale è un vero e proprio vademecum per coloro che si approcciano al Comenius mettendone in luce i valori culturali e il grande senso di responsabilità delle parti per lo svolgimento proficuo e fruttuoso del progetto. Uno scambio Comenius tra Italia e Finlandia può cambiarti la vita...

Programma Leonardo per studiare all'estero


Video sul programma Leonardo da Vinci, programma che l'Unione europea ha attivato sul fronte della formazione professionale. Prevede il finanziamento di progetti volti al potenziamento della formazione e allo scambio di studenti e giovani lavoratori, che possono effettuare il tirocinio aziendale in paesi stranieri. Il programma è aperto a tutti i giovani inseriti o appena usciti da percorsi di studio o di formazione professionali. Sveva Balduini presenta la triplice azione della mobilità del Leonardo che si rivolge a tre tipi di giovani: a giovani che sono ancora inseriti in percorsi di istruzione o di formazione professionale che possono integrare questi percorsi con esperienza di formazione all'estero; a giovani, sia diplomati che laureati, che sono disponibili sul mercato del lavoro; a docenti e formatori che possono scambiarsi esperienze andando all'estero condividendo informazioni con i loro omologhi del paese ospitante. 

Lettere: video di orientamento al corso di laurea in Lettere all’Università di Padova.

A Padova, Università antichissima, l’insegnamento in Lettere fa capo al Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari. Una delle sedi è il Palazzo del Liviano, costruito nel 1934 da Giò Ponti, architetto e designer. Le lauree sono in linguistica, in lingue e letterature straniere, in comunicazione e spettacolo, in storia, in filosofia.


Ingegneria Informatica: video di orientamento al corso di laurea in Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano.

Video alla scoperta del corso di laurea in Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano.

La sede di Milano Leonardo, inaugurata nel 1927, è la più antica tra le sedi del Politecnico di Milano. Ospita la didattica per gli ingegneri che intendono affrontare le professioni legate a  progettazione e la realizzazione di sistemi, servizi, processi produttivi attraverso l’uso delle tecnologie informatiche.

fonte: http://www.raiscuola.rai.it

Orientamento alla Facoltà di Economia

Conosciamo meglio la Facoltà di Economia. Dati, numeri e informazioni preziose per capire meglio cosa ci aspetta all'interno di questo corso di studi. Due schede chiare ed esaustive per una scelta consapevole ed informata.
 Se vuoi approfondire l'argomento, nella sezione programmi, alla voce "Prendi la strada giusta" ti aspetta l'intera puntata dedicata al percorso universitario di tuo interesse.

Economia: video di orientamento al corso di laurea in Economia e Commercio alla Facoltà di Economia – Milano Bicocca

Video alla scoperta del corso di laurea in Economia e Commercio alla Facoltà di Economia – Milano Bicocca. Nel 1997 l'Università degli Studi di Milano ha dato il via al secondo Ateneo statale cittadino: il polo universitario della Bicocca cui è associata la Facoltà di Economia. In strutture moderne e attrezzate sono stati attivati corsi Triennali e Magistrali per imparare l’analisi dei dati finanziari ed economici reali, nonché l’amministrazione e la gestione delle imprese.
fonte: http://www.raiscuola.rai.it
 

Scienze Statistiche: video di orientamento al corso di Laurea in Statistica all’Università di Roma ‘’La Sapienza’’.


Il video conduce alla scoperta del corso di laurea in statistica all’Università di Roma ‘’La Sapienza’’.

La statistica ha un ambito di applicazione praticamente illimitato:  ogni manifestazione della vita - dal giocare al lotto a quanto smog c’è nell’aria - può essere letta in chiave di percentuali o di probabilità. Il corso di studi è quindi ambito dagli studenti per la grande possibilità di lavoro che offre, è bene però che prima conoscano difficoltà e impegno richiesto.

IL SUCCESSO FORMATIVO

Come viene gestito dalle scuole il problema dell’abbandono degli studi e quello dell’orientamento degli studenti nel periodo successivo all’esame di stato? Rispondono i docenti di alcuni istituti superiori. Avvalendosi anche di contributi apportati da aziende esterne, quali per esempio le agenzie di lavoro interinale, la direzione di molti istituti scolastici, negli ultimi anni, ha affrontato insieme ai propri studenti il problema della compilazione del curriculum e della prima ricerca del lavoro. I professori intervistati raccontano le proprie esperienze relative a questo tipo di sperimentazione.

fonre: http://www.raiscuola.rai.it