Consigli a pensionati e persone anziane per evitare truffe e raggiri

Iniziative della Direzione regionale Lombardia e della Sede di Siracusa per salvaguardare la sicurezza e il benessere, anche psicologico, dei pensionati. I raggiri più ricorrenti riguardano la falsità di vincite a premio con telefonata a un numero a pagamento, pietre preziose, beneficenza, eredità, perdita d’acqua, guasto dell’auto, finto funzionario pubblico, assistente sociale, addetto del Comune alla raccolta differenziata, collaboratore o impiegato di banca, poliziotto, Tv digitale, furto fuori dalle chiese e dai centri commerciali, appropriazione di dati personali, truffa dello specchietto nei parcheggi o in strada e della giacca.

Non bastavano i truffatori tradizionali. Ora siamo aggrediti da fishing, spamming, hacker, cracker, dialer
che calpestano la nostra privacy per fini illeciti.

LOMBARDIA, TUTELA INFORMATICA CONTRO LA “PESCA” ON-LINE

La Direzione Regionale Lombardia Ha organizzato un incontro informativo dedicato ai pensionati iscritti in collaborazione con la Polizia postale e delle comunicazioni a tutela della sicurezza informatica.
Il Vice Questore aggiunto della Polizia postale di Milano Fabiola Trefiletti ha illustrato le modalità di prevenzione dalle insidie della rete, attraverso la conoscenza delle tecniche illegali, utilizzate per accedere ai dati personali presenti nel computer. Il proposito degli aderenti all’iniziativa è stato quello di individuare
delle linee guida di prevenzione alle truffe perpetrate a danno dei pensionati e di fornire un decalogo
comportamentale per arginare l’operato delle organizzazioni criminali.

Attenti alle “porte”
Ma quali sono le regole da attuare per proteggersi da un uso improprio dello strumento informatico, per navigare in sicurezza? Quando ci si connette ad internet si aprono delle “porte”, che consentono l’accesso
ai propri dati. Ogni famiglia può far entrare virtualmente nelle mura domestiche, nel corso della navigazione, truffatori e malintenzionati. Quindi bisogna fare moltaattenzione. Per quanto i truffatori abbiano perfezionato il metodo di “pesca” con grafica accattivante, logo ufficiale di aziende e istituzioni,messaggi cortesi ed efficaci,
si può evitare di cadere vittima di qualche raggiro con più vigilanza e informazione. L’Inpdap, quindi, organizzando incontri di formazione sul tema, ha prefigurato l’obiettivo di consentire ai partecipanti di preservare sé stessi e la propria famigliadai tranelli informatici.

Il reato sfrutta internet.
Gli argomenti discussi: i pericoli della rete, la difesa dallo spamming e dal fishing via e-mail, la privacy e il furto d’identità, acquisti on line e pagamenti elettronici, proteggere figli e nipoti dai cyber pedofili. Acquistare
prodotti su internet, il cosiddetto e-commerce o consultare il proprio conto corrente on line tramite alcuni semplici accorgimenti non sarà più un problema. Il commercio elettronico è un’opportunità di business offerta a produttori, commercianti, consumatori e banche per ridurre costi e tempi e migliorare la qualità di prodotti e servizi. Bisogna individuare comunque i soggetti, la sede del fornitore, l’integrità dei messaggi, la protezione dei dati personali, la validità ed efficacia del contratto telematico, la sicurezza dei pagamenti.

Non divulgare dati personali.

E’opportuno:
1) evitare di fare acquisti al di fuori di siti ufficiali come ad esempio eBay;
diffidare delle email truffaldine, come chi si spaccia per Poste Italiane e chiede, con il pretesto di un “bonus vinto” da accreditare sul conto on-line, i dati personali utilizzati per accedere al sito Poste.it ; scaricare il programma di scambio file peer-topeer (P2P) eMule dal sito ufficiale gratuitamente, compreso il suo codice sorgente rilasciato: la richiesta di pagamento è una truffa. La funzione principale di questo servizio permette lo scambio di ogni tipo di file (film, foto, musica, video, libri) tra computer di utenti connessi alla rete contemporaneamente da ogni parte del mondo.
Un altro tipo di truffa in aumento è il “fishing”, cioè la richiesta di sedicenti banche e istituti di credito che
chiedono via mail dati e codici personali per aggiornare i software, con lo scopo apparente di migliorare
la qualità dei servizi bancari.
Carta di credito.
 Le banche contattano i loro clienti direttamente e non chiedono informazioni personali
con un messaggio di posta elettronica. Il numero di carta di credito viene richiesto solo per acquisti su internet, quindi è meglio non rispondere alle e-mail e non cliccare sul link proposto nel messaggio.
Per accedere al sito dell’istituto di credito, con cui si ha il conto on line è preferibile digitare l’Url nella barra d’indirizzo del proprio browser o con “preferiti” o “segnalibri” della rubrica. Buona abitudine è quella di controllare i movimenti del conto corrente e della carta di credito o bancomat e segnalare on line alla Polizia postale e delle comunicazioni sospetti di uso illecito delle informazioni personali.
Antivirus.
 E’ prudente installare sul computer un antivirus ed eseguire ogni tanto una scansione del sistema per verificare sia la presenza di virus che di “troiani”, cioè programmi che consentono all’insaputa dell’utente del pc di cercare informazioni su carte di credito salvate in memoria.
Lo spamming,
dal termine shoulder of pork and ham (spalla di maiale e prosciutto, carne in scatola messa
sul mercato durante la seconda guerra mondiale, sinonimo di fastidiosa valanga di materiale per uno sketch dei comici britannici Monty Python, in cui veniva cantata un’insistente canzoncina che ripeteva il marchio della carne in scatola Spam) è l’invio indiscriminato di messaggi di posta elettronica e newsletter ad utenti di cui si è entrati in possesso dell’indirizzo senza consenso.
Molti danni, poche denunce. Tra le figure informatiche punibili dalla legge italiana ci sono gli hacker, che esplorando il sistema informatico in modo ludico in alcuni casi violano dati preziosi, arrecando danni ad aziende ed istituzioni; o i cracker che fanno attività di hacking a scopo di lucro.
Un altro fenomenoè il dialer, un file con estensione .exe, cioè eseguibile, che si installa nella memoria di massa (hard disk) di un pc e indirizza la connessione, a insaputa dell’utente, a numerazioni a valore aggiunto. La crescita di tali reati è favorita da una cultura dell’irrilevanza penale dei crimini informatici, dall’irrisorio numero di denunce presentate alla Polizia e all’Autorità giudiziaria, dalla carenza di una politica della sicurezza.
Consigli tecnici.
Ci sono alcuniconsigli tecnici utili per i navigatori e gli amministratori di sistema:
1) Utilizzare i firewall, strumenti hardware e software che vigilano sullo scambio dati.
2) Usare un software con antivirus ed aggiornarlo con regolarità.
3) Non aprire gli allegati di messaggi di posta elettronica o eseguire programmi senza averli analizzati con un antivirus.
4) Fare copie di backup.
5) Non dare i dati personali nelle chat.
6) Non comunicare a nessuno la propria password.
7) Per comunicazioni riservate usare software di cifratura.

SIRACUSA, VADEMECUM ANTIRAGGIRO
La sede Inpdap di Siracusa ha organizzato insieme alla questura locale un incontro per illustrare ai pensionati le accortezze da adottare per evitare truffe e frodi, per garantire la sicurezza fornendo anche un vademecum antiraggiro per la riscossione delle pensioni.
Le cronache recenti hanno messo in risalto l’aumento di fatti, in cui gli anziani sono state vittime di imbrogli
commessi da individui, che spacciandosi per impiegati pubblici o postali, di persona o per telefono, hanno chiesto informazioni riservate. Sono 13 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dai carabinieri della zona nei confronti di un’organizzazione criminale, esperta in truffe verso le persone anziane.
Le truffe più ricorrenti. In genere i truffatori lavorano in coppia, avvicinano persone sole, già seguite ed esaminate. I raggiri più ricorrenti riguardano la falsità di vincite a premio con telefonata ad un numero a pagamento, pietre preziose, beneficenza, eredità, perdita d’acqua, guasto dell’auto, finto funzionario pubblico, assistente sociale, addetto del Comune alla raccolta differenziata, collaboratore o impiegato di banca, poliziotto, Tv digitale, furto fuori dalle chiese e dai centri commerciali, appropriazione di dati personali, truffa dello specchietto nei parcheggi o in strada e della giacca.
La prevenzione. I suggerimenti per prevenire le truffe: non aprire la porta di casa a sconosciuti; farsi accompagnare da familiari per fare prelievi o versamenti bancari; non fermarsi e distrarsi nel percorso di
andata e ritorno dalla banca o ufficio postale.
I consigli:
1) a parenti: non lasciare soli gli anziani e se non si abita con loro farsi sentire spesso e ricordare di cautelarsi nei contatti con sconosciuti anche chiedendo aiuto;
2) a vicini di casa: essere cordiali con gli anziani soli del palazzo, rendendoli sicuri con la propria presenza e aiuto;
3) a impiegati di banca o della posta: se un anziano richiede troppo denaro contante rendersi disponibili a dare spiegazioni ed essere contattati per ogni necessità. Lo slogan è “Non vergognatevi e denunciate chi approfitta di voi”. I consigli e le iniziative indicate hanno lo scopo di proteggere le fasce deboli anche dalle conseguenze psicologiche che queste azioni truffaldine possono avere sugli anziani. In ogni caso si può
chiamare il 113.

Patrizia D’Attanasio

fonte: giornale INPDAP

Cos'è la Polizia Postale?

20 COMPARTIMENTI REGIONALI, 80 SEZIONI, PROVINCIALI, 2.000 AGENTI CONTRO IL “COMPUTER CRIME”

La Polizia postale e delle comunicazioni è una specifica branca della Polizia di Stato all’avanguardia nella prevenzione e contrasto della criminalità informatica e a garanzia costituzionale della segretezza della corrispondenza e libertà della comunicazione. E’ presente sul territorio nazionalecon 20 compartimenti di competenza regionale e 80 sezioni provinciali,coordinati a livello centrale dal ServizioPolizia delle comunicazioni.
L’organizzazione è formata da circa duemila uomini e donne del Dipartimento di pubblica sicurezza con ampie conoscenze informatiche ed esperienza di polizia giudiziaria. Il Servizio è un punto di contatto
dell’Italia con gli uffici di polizia a livello internazionale, in particolare con i Paesi aderenti al G8, esperti di crimini informatici. Le aree d’intervento operativo riguardano:
  • la pedo-pornografia
  • il cyberterrorismo
  • il copyright,
  • l’hacking
  • la protezione delle infrastrutture critiche del Paese
  • l’ ebanking,
  • l’analisi criminologica dei fenomeni emergenti
  • i giochi e le scommesse on line
  All’interno del Servizio è stata costituita un’Unità d’analisi del crimine informatico (Uaci) che studia e analizza il computer crime insieme ai più grandi atenei italiani. La Polizia postale partecipa a gruppi di lavoro,

istituiti dal Governo od organismi internazionali, come il “Gruppo interministeriale per la sicurezza delle reti”, il “G8”, la Comunità Europea, il “Consiglio d’Europa”, l”Ocse”, l’Interpol, l’Europol.

 Inoltre collabora con istituzioni, come il Ministero delle comunicazioni e l’Autorità garante per le comunicazioni, e con privati operatori della comunicazione.
 

Concorso 'Energy Professional Network Awards' a Roma a maggio la I edizione

Il prossimo 10 maggio 2011, alle ore 15.00 presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini, sede della Camera dei Deputati, Energy Professional Network, marchio di proprietà della ADL Publishing Srl, divisione editoriale del Gruppo ADL, organizzerà la cerimonia di premiazione relativa alla I edizione del concorso Energy Professional Network Awards.
L’evento, realizzato in collaborazione con le maggiori Università italiane, vuole favorire la ricerca e lo sviluppo di know-how su temi riguardanti la razionalizzazione degli usi finali di energia nell’edilizia pubblica e privata.
Protagonisti della cerimonia, durante la quale saranno premiate tre Tesi di Laurea, saranno giovani laureati in Ingegneria e Architettura che, nel corso dei propri studi, hanno proposto soluzioni di particolare interesse rispetto alla riduzione dei consumi energetici e all’utilizzo di tecnologie innovative che incentivino le fonti di energia rinnovabili.
Il Premio sarà preceduto da un dibattito su “Le nuove frontiere della Ricerca sui temi del risparmio energetico” e “Produzione e innovazione: prodotti e tecnologie eco-orientate”, a cui interverranno illustri esponenti delle Istituzioni, della Ricerca Scientifica e del mondo Industriale italiano.

Per disposizioni legate al servizio di sicurezza è necessario comunicare la propria adesione riportando i dati anagrafici.
Contatti:
Segreteria Organizzativa ADL Group Srl
Tel: 081 3723198
Fax: 081 2209329
E-mail: segreteria@epnawards.com

Responsabile pubblicazione:

Le mostre da non perdere a Pasqua e il 1 Maggio in Emilia Romagna

Saranno tutte aperte a Pasqua, Lunedì dell’Angelo e Primo Maggio le grandi mostre in corso in Emilia Romagna. Da De Chirico a Ligabue, da Melozzo da Forlì ai Longobardi, è assai ricco il cartellone che offrono in questo periodo le dieci città d’arte dell’Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Faenza, Forlì e Cesena, Rimini. “Gli appuntamenti d’arte, soprattutto se si tratta di eventi di alto livello qualitativo – dice Andrea Babbi, amministratore delegato di Apt Servizi Emilia Romagna – sono una forte motivazione di viaggio. In occasione e di questi appuntamenti, chi vorrà visitare le nostre città d’arte, troverà offerte e pacchetti turistici con tutto incluso, anche il biglietto”. Ecco allora tutti gli appuntamenti da non perdere.

BOLOGNA: Pop Art, Museo Morandi e le vie d’acqua della Notte Blu

Partendo dal capoluogo di regione, il Museo Morandi di Bologna (a Palazzo d'Accursio in piazza Maggiore) ospita la mostra del pittore americano Wayne Thiebaud, uno dei protagonisti dell’arte contemporanea americana, frequentemente associato alla Pop Art per via dei suoi soggetti, simbolo del consumismo: caramelle, chewing gum, hot dog. L’operazione della mostra è di accostare le nature morte e i paesaggi di Thiebaud e di Morandi con un risultato d’indubbio fascino. Ingresso: sei euro. Info 051/203332. www.museomorandi.it. Chi sceglierà di andare a Bologna per il ponte dell’1 maggio, potrà vivere la Notte Blu, il 30 aprile. Una serata speciale per scoprire le vie d’acqua di Bologna, i percorsi sotterranei e gli angoli più inediti e sorprendenti con visite insolite, spettacoli e scenografie di luci. Info 051.239660

Per la Notte Blu un pacchetto con un pernottamento in hotel tre o quattro stelle, un itinerario nella Bologna sotterranea, una visita guidata della città, una cena tipica, parte da 93 euro a persona.

PARMA La Follia del genio di Ligabue

Parma è una delle più belle città d’arte italiane e chi vuole visitare questa splendida Capitale Ducale per le feste di Pasqua o dell’1 maggio, troverà aperta la mostra dedicata ad Antonio Ligabue: “La Follia del genio”. L’esposizione (fino al 26 giugno) è alla Fondazione Magnani Rocca di Traversetolo (ci si arriva anche in bus dal centro città). La mostra è una delle più complete (ben 150 opere) mai dedicate al pittore che in paese, a Gualtieri sul Po, chiamavano “El matt”. Oggi Ligabue occupa un posto fra i giganti del XX secolo, grande impressionista, al pari di Van Gogh e Munch. La sua potenza visionaria, i suoi oli, le tigri dalle fauci spalancate, i serpenti che dipingeva con uno studio anatomico rigoroso, i suoi autoritratti, la sua energia e il suo dolore, la sua giungla immaginata fra i boschi del Po, ipnotizzano il visitatore. Biglietto: nove euro. Info: 0521/218889 www.magnanirocca.it. Chi non ha tempo di prenotare albergo e biglietti, troverà varie proposte di soggiorno tutto incluso con: una notte in hotel, prima colazione, degustazione di prodotti tipici, ingresso alla mostra di Ligabue visita guidata della città, una carta sconto per Fidenza Village. Da 80 euro a persona.

REGGIO EMILIA Giorgio De Chirico a Palazzo Magnani

C’è tempo fino all’1 maggio per godersi l’antologica dedicata a uno dei giganti del Novecento artistico italiano: Giorgio De Chirico. La mostra, intitolata “Dipinti 1910-1970. Un maestoso silenzio”, è ospitata in uno dei palazzi più belli della città, Palazzo Magnani (Corso Garibaldi, 29). Il visitatore è accompagnato sul filo del percorso creativo di Giorgio de Chirico, 80 opere- circa 60 dipinti, e una ventina tra disegni, acquarelli e inchiostri. De Chirico propone il celeberrimo tema della piazza, tema cardine della metafisica. Uno spazio reso vuoto che dà vita al concetto di tempo sospeso e ad una serie di sensazioni interiori. Biglietto Intero: nove euro. Info 0522/ 454437 – 444408 - www.palazzomagnani.it MODENA Boom di visitatori alla Mostra del tesoro dei Longobardi

Seimila visitatori in pochi mesi e un successo per alcuni versi inaspettato hanno adesso spinto gli organizzatori a prorogare fino a domenica 26 giugno, l’apertura della Mostra dedicata ai Longobardi, popolo fiero e affascinante.L’appuntamento è allo Spazio Eventi di Spilamberto a due passi da Modena. Località famosa per il suo Aceto Balsamico Tradizionale (è sede della famosa Confraternita, un museo unico al mondo), oggi è sotto i riflettori per questa eccezionale mostra che offre al pubblico i preziosi reperti emersi in uno dei rinvenimenti più importanti degli ultimi decenni. Si tratta dei corredi funerari di una piccola necropoli (VI e VII secolo) attribuibile ai Longobardi. Alcune sepolture, attribuibili a guerrieri e a donne di rango elevato, hanno fatto venire alla luce reperti preziosi, collane colorate, pettini, ceramiche da tavola, abbigliamento, armature. Reperti che raccontano la storia di un gruppo di Longobardi che quindici secoli fa visse sulla riva del Panaro. In questo periodo diversi ristoranti del territorio offrono anche il menù longobardo. Ingresso cinque euro. Info: 059/781270 - www.comune.spilamberto.mo.it

Il week end per scoprire il Tesoro dei Longobardi con un pernottamento e colazione, visita a un’Acetaia o al Museo del Balsamico Tradizionale, una cena tipica, ingresso alla mostra parte da novanta euro.

RAVENNA Da Guttuso a Burri: Arte in Italia nel secondo dopoguerra”.

Da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri. Sono i protagonisti della mostra in corso a Ravenna: “L’Italia s’è desta 1945 –1953. Arte in Italia nel secondo dopoguerra”. 'L’esposizione presenta oltre 170 opere: il meglio e soprattutto quanto di più rilevante, espresso in Italia dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale. E’ la prima volta che una mostra compie una ricognizione del panorama artistico italiano in questo particolare periodo. E indaga i tanti movimenti artistici nati in Italia nell'immediato dopoguerra.

La mostra andrà avanti fino al 26 giugno ed è al Mar Museo d'Arte della città di Ravenna. Ingresso otto euro Info 0544 482477 - www.museocitta.ra.it.

Ci sono tante proposte di soggiorno per visitare Ravenna, la sua arte bizantina e visitare il MAR con la mostra sull'arte del dopoguerra. Partono da 103 euro a persona con pernottamento, prima colazione, cena tipica e ingresso alla Mostra.

FORLI: Melozzo da Forlì nel complesso di San Domenico

C’è tempo fino al 12 giugno per una delle mostre più interessanti di questo periodo: “Melozzo da Forlì – L’umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffaello”. L’appuntamento è a Forlì ai Musei di San Domenico. “La Bellezza che s’incarna nelle sembianze delle donne e degli uomini è gioia dei sensi, consolazione dell’anima, ombra di Dio sulla terra”. Questa era la concezione di Melozzo, pittore considerato l’ispiratore delle generazioni successive e di artisti come Raffaello, Michelangelo, Palmezzano (che fu suo allievo). La mostra proporrà anche altri grandi: da Mantegna, a Piero della Francesca, Bramante e Berraguete, Marco Palmezzano, Raffaello, con un nucleo bellissimo di capolavori. E ancora Perugino, Benozzo Gozzoli, Paolo Uccello. Insomma un’emozionante carrellata di uno dei momenti più felici della storia dell'arte. Aperto anche Lunedì di Pasqua. Costo: intero dieci euro; ridotto sette euro Info: Iat 0543/712435 www.mostramelozzo.it (199.757515).

Le offerte soggiorno per visitare la Mostra del Bello e fermarsi a Forlì, partono da 35 euro con pernottamento prima colazione e ingresso alla mostra.

PIACENZA: Dinosauri iperrealistici e Harry Potter al Castello

Piacerà soprattutto alle famiglie con bambini l’appuntamento di Piacenza dove all’Urban Center (via Scalabrini) in pieno centro storico, si può rabbrividire davanti a 20 ricostruzioni iperrealistiche, rigorosamente in scala 1:1, di dinosauri e altri animali preistorici, alcuni dei quali di dimensioni colossali. E’ un’emozionante immersione a 360 gradi fra i dominatori di un mondo perduto. Completano il percorso murales, pannelli, illustrazioni, making-off cioè i segreti della ricostruzione dei dinosauri, laboratori didattici e tanto altro. Ingresso sette euro. Tel 0523 337745 - www.dinosauri-piacenza.com

Il 1 maggio nel Castello di Grazzano Visconti (Pc) si apriranno le porte della Scuola di Magia di Hogwards: sarà una giornata dedicata a Harry Potter, maghetti e streghe con tutti gli insegnanti di magia, giochi, animazioni, prove di abilità come per esempio scoprire che malefico piano sta preparando Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato ed il suo esercito di Mangiamorte?. La giornata costa 10 euro. Un pacchetto con tutto incluso (tour di tre castelli, ingresso al Parco delle Fiabe, pernottamento in agriturismo cena tipica in un antico casolare, ingresso alla Mostra dei Dinosauri e al Museo delle Cere, pranzo in costume alla taverna medioevale) costa 139 euro, 89 euro i bambini.

FERRARA Festival degli Aquiloni

A Ferrara si festeggia la Pasqua con una grande festa che coinvolge tutta la città al parco Urbano: il Festival Internazionale degli Aquiloni, dal 23 al 25 aprile. Un gran colpo d’occhio sui 250.000 meri quadri di verde attrezzato a ridosso delle mura cittadine. L’appuntamento clou del week end 29 aprile - 1 maggio è a Comacchio, piccola città d’arte e di romantici canali. Comacchio è una delle tappe del lungo Festival di Primavera slow. Un cartellone di eventi ed esperienze nella natura, minitour dei sapori, della cultura e dell’arte, birdwatching, lezioni di fotografia nella natura, gite in barca, biciclettate, passeggiate a cavallo, golf e sport ecosostenibili. Chi vuole scoprire Ferrara in uno dei prossimi week end e festività di primavera, può trovare offerte da 85 euro con il pernottamento in una locanda storica, colazione, cena tipica, mappa e guida della città.

RIMINI: Arte, sport ed enogastronomia squisita

Il Frisbee è ormai diventato l’appuntamento classico delle feste di Pasqua a Rimini. Ragazzi di tutto il mondo che si sfidano sulla spiaggia libera di Rimini versione California, e la sera cantano e suonano la chitarra davanti al fuoco con memorabili feste in riva al mare. Sono attesi 1200 fra migliori freestyler da ogni parte del mondo, provenienti da 25 nazioni. Nell'anno del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, il titolo "Forever young" è in onore dei giovani patrioti del Risorgimento. Il pubblico si ritrova a Rimini non solo per giocare, ma anche per scoprire i gioielli di arte e cultura della città con ‘Rimini City Pass’, la card turistica che apre le porte della Rimini culturale. Info: 0541/56902-53399 www.riminiturismo.it; www.paganello.com; www.riminicitypass.it. Nel week end dell’1 maggio Rimini si trasforma nella capitale italiana ’Enogastronomia di eccellenza grazie a Squisito. Dal 29 aprile al 2 maggio, a San Patrignano, degustazioni di cibi e di vini, laboratori del gusto, dimostrazioni di alta cucina ad opera di chef stellati, mercatini, raduno dei bloggers. Momento clou il Dejeuner sur l’herbe con orchestra di archi sull’erba. www.squisito.org. Pacchetti per un week end in riviera ce ne sono tantissimi e per tutte le tasche, a partire da 27 euro a persona.

Prima di partire, troverete tutte le informazioni su www.cittadarte.emilia-romagna.it, con tante offerte per weekend tutto incluso, hotel e ingresso alle mostre.

Ufficio stampa Apt Servizi – Tel. 0541/430190 www.aptservizi.com

Responsabile pubblicazione:

Fabio Grassi

di APT Servizi


468x60_concerti.gif