Consigli a pensionati e persone anziane per evitare truffe e raggiri

Iniziative della Direzione regionale Lombardia e della Sede di Siracusa per salvaguardare la sicurezza e il benessere, anche psicologico, dei pensionati. I raggiri più ricorrenti riguardano la falsità di vincite a premio con telefonata a un numero a pagamento, pietre preziose, beneficenza, eredità, perdita d’acqua, guasto dell’auto, finto funzionario pubblico, assistente sociale, addetto del Comune alla raccolta differenziata, collaboratore o impiegato di banca, poliziotto, Tv digitale, furto fuori dalle chiese e dai centri commerciali, appropriazione di dati personali, truffa dello specchietto nei parcheggi o in strada e della giacca.

Non bastavano i truffatori tradizionali. Ora siamo aggrediti da fishing, spamming, hacker, cracker, dialer
che calpestano la nostra privacy per fini illeciti.

LOMBARDIA, TUTELA INFORMATICA CONTRO LA “PESCA” ON-LINE

La Direzione Regionale Lombardia Ha organizzato un incontro informativo dedicato ai pensionati iscritti in collaborazione con la Polizia postale e delle comunicazioni a tutela della sicurezza informatica.
Il Vice Questore aggiunto della Polizia postale di Milano Fabiola Trefiletti ha illustrato le modalità di prevenzione dalle insidie della rete, attraverso la conoscenza delle tecniche illegali, utilizzate per accedere ai dati personali presenti nel computer. Il proposito degli aderenti all’iniziativa è stato quello di individuare
delle linee guida di prevenzione alle truffe perpetrate a danno dei pensionati e di fornire un decalogo
comportamentale per arginare l’operato delle organizzazioni criminali.

Attenti alle “porte”
Ma quali sono le regole da attuare per proteggersi da un uso improprio dello strumento informatico, per navigare in sicurezza? Quando ci si connette ad internet si aprono delle “porte”, che consentono l’accesso
ai propri dati. Ogni famiglia può far entrare virtualmente nelle mura domestiche, nel corso della navigazione, truffatori e malintenzionati. Quindi bisogna fare moltaattenzione. Per quanto i truffatori abbiano perfezionato il metodo di “pesca” con grafica accattivante, logo ufficiale di aziende e istituzioni,messaggi cortesi ed efficaci,
si può evitare di cadere vittima di qualche raggiro con più vigilanza e informazione. L’Inpdap, quindi, organizzando incontri di formazione sul tema, ha prefigurato l’obiettivo di consentire ai partecipanti di preservare sé stessi e la propria famigliadai tranelli informatici.

Il reato sfrutta internet.
Gli argomenti discussi: i pericoli della rete, la difesa dallo spamming e dal fishing via e-mail, la privacy e il furto d’identità, acquisti on line e pagamenti elettronici, proteggere figli e nipoti dai cyber pedofili. Acquistare
prodotti su internet, il cosiddetto e-commerce o consultare il proprio conto corrente on line tramite alcuni semplici accorgimenti non sarà più un problema. Il commercio elettronico è un’opportunità di business offerta a produttori, commercianti, consumatori e banche per ridurre costi e tempi e migliorare la qualità di prodotti e servizi. Bisogna individuare comunque i soggetti, la sede del fornitore, l’integrità dei messaggi, la protezione dei dati personali, la validità ed efficacia del contratto telematico, la sicurezza dei pagamenti.

Non divulgare dati personali.

E’opportuno:
1) evitare di fare acquisti al di fuori di siti ufficiali come ad esempio eBay;
diffidare delle email truffaldine, come chi si spaccia per Poste Italiane e chiede, con il pretesto di un “bonus vinto” da accreditare sul conto on-line, i dati personali utilizzati per accedere al sito Poste.it ; scaricare il programma di scambio file peer-topeer (P2P) eMule dal sito ufficiale gratuitamente, compreso il suo codice sorgente rilasciato: la richiesta di pagamento è una truffa. La funzione principale di questo servizio permette lo scambio di ogni tipo di file (film, foto, musica, video, libri) tra computer di utenti connessi alla rete contemporaneamente da ogni parte del mondo.
Un altro tipo di truffa in aumento è il “fishing”, cioè la richiesta di sedicenti banche e istituti di credito che
chiedono via mail dati e codici personali per aggiornare i software, con lo scopo apparente di migliorare
la qualità dei servizi bancari.
Carta di credito.
 Le banche contattano i loro clienti direttamente e non chiedono informazioni personali
con un messaggio di posta elettronica. Il numero di carta di credito viene richiesto solo per acquisti su internet, quindi è meglio non rispondere alle e-mail e non cliccare sul link proposto nel messaggio.
Per accedere al sito dell’istituto di credito, con cui si ha il conto on line è preferibile digitare l’Url nella barra d’indirizzo del proprio browser o con “preferiti” o “segnalibri” della rubrica. Buona abitudine è quella di controllare i movimenti del conto corrente e della carta di credito o bancomat e segnalare on line alla Polizia postale e delle comunicazioni sospetti di uso illecito delle informazioni personali.
Antivirus.
 E’ prudente installare sul computer un antivirus ed eseguire ogni tanto una scansione del sistema per verificare sia la presenza di virus che di “troiani”, cioè programmi che consentono all’insaputa dell’utente del pc di cercare informazioni su carte di credito salvate in memoria.
Lo spamming,
dal termine shoulder of pork and ham (spalla di maiale e prosciutto, carne in scatola messa
sul mercato durante la seconda guerra mondiale, sinonimo di fastidiosa valanga di materiale per uno sketch dei comici britannici Monty Python, in cui veniva cantata un’insistente canzoncina che ripeteva il marchio della carne in scatola Spam) è l’invio indiscriminato di messaggi di posta elettronica e newsletter ad utenti di cui si è entrati in possesso dell’indirizzo senza consenso.
Molti danni, poche denunce. Tra le figure informatiche punibili dalla legge italiana ci sono gli hacker, che esplorando il sistema informatico in modo ludico in alcuni casi violano dati preziosi, arrecando danni ad aziende ed istituzioni; o i cracker che fanno attività di hacking a scopo di lucro.
Un altro fenomenoè il dialer, un file con estensione .exe, cioè eseguibile, che si installa nella memoria di massa (hard disk) di un pc e indirizza la connessione, a insaputa dell’utente, a numerazioni a valore aggiunto. La crescita di tali reati è favorita da una cultura dell’irrilevanza penale dei crimini informatici, dall’irrisorio numero di denunce presentate alla Polizia e all’Autorità giudiziaria, dalla carenza di una politica della sicurezza.
Consigli tecnici.
Ci sono alcuniconsigli tecnici utili per i navigatori e gli amministratori di sistema:
1) Utilizzare i firewall, strumenti hardware e software che vigilano sullo scambio dati.
2) Usare un software con antivirus ed aggiornarlo con regolarità.
3) Non aprire gli allegati di messaggi di posta elettronica o eseguire programmi senza averli analizzati con un antivirus.
4) Fare copie di backup.
5) Non dare i dati personali nelle chat.
6) Non comunicare a nessuno la propria password.
7) Per comunicazioni riservate usare software di cifratura.

SIRACUSA, VADEMECUM ANTIRAGGIRO
La sede Inpdap di Siracusa ha organizzato insieme alla questura locale un incontro per illustrare ai pensionati le accortezze da adottare per evitare truffe e frodi, per garantire la sicurezza fornendo anche un vademecum antiraggiro per la riscossione delle pensioni.
Le cronache recenti hanno messo in risalto l’aumento di fatti, in cui gli anziani sono state vittime di imbrogli
commessi da individui, che spacciandosi per impiegati pubblici o postali, di persona o per telefono, hanno chiesto informazioni riservate. Sono 13 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dai carabinieri della zona nei confronti di un’organizzazione criminale, esperta in truffe verso le persone anziane.
Le truffe più ricorrenti. In genere i truffatori lavorano in coppia, avvicinano persone sole, già seguite ed esaminate. I raggiri più ricorrenti riguardano la falsità di vincite a premio con telefonata ad un numero a pagamento, pietre preziose, beneficenza, eredità, perdita d’acqua, guasto dell’auto, finto funzionario pubblico, assistente sociale, addetto del Comune alla raccolta differenziata, collaboratore o impiegato di banca, poliziotto, Tv digitale, furto fuori dalle chiese e dai centri commerciali, appropriazione di dati personali, truffa dello specchietto nei parcheggi o in strada e della giacca.
La prevenzione. I suggerimenti per prevenire le truffe: non aprire la porta di casa a sconosciuti; farsi accompagnare da familiari per fare prelievi o versamenti bancari; non fermarsi e distrarsi nel percorso di
andata e ritorno dalla banca o ufficio postale.
I consigli:
1) a parenti: non lasciare soli gli anziani e se non si abita con loro farsi sentire spesso e ricordare di cautelarsi nei contatti con sconosciuti anche chiedendo aiuto;
2) a vicini di casa: essere cordiali con gli anziani soli del palazzo, rendendoli sicuri con la propria presenza e aiuto;
3) a impiegati di banca o della posta: se un anziano richiede troppo denaro contante rendersi disponibili a dare spiegazioni ed essere contattati per ogni necessità. Lo slogan è “Non vergognatevi e denunciate chi approfitta di voi”. I consigli e le iniziative indicate hanno lo scopo di proteggere le fasce deboli anche dalle conseguenze psicologiche che queste azioni truffaldine possono avere sugli anziani. In ogni caso si può
chiamare il 113.

Patrizia D’Attanasio

fonte: giornale INPDAP

Cos'è la Polizia Postale?

20 COMPARTIMENTI REGIONALI, 80 SEZIONI, PROVINCIALI, 2.000 AGENTI CONTRO IL “COMPUTER CRIME”

La Polizia postale e delle comunicazioni è una specifica branca della Polizia di Stato all’avanguardia nella prevenzione e contrasto della criminalità informatica e a garanzia costituzionale della segretezza della corrispondenza e libertà della comunicazione. E’ presente sul territorio nazionalecon 20 compartimenti di competenza regionale e 80 sezioni provinciali,coordinati a livello centrale dal ServizioPolizia delle comunicazioni.
L’organizzazione è formata da circa duemila uomini e donne del Dipartimento di pubblica sicurezza con ampie conoscenze informatiche ed esperienza di polizia giudiziaria. Il Servizio è un punto di contatto
dell’Italia con gli uffici di polizia a livello internazionale, in particolare con i Paesi aderenti al G8, esperti di crimini informatici. Le aree d’intervento operativo riguardano:
  • la pedo-pornografia
  • il cyberterrorismo
  • il copyright,
  • l’hacking
  • la protezione delle infrastrutture critiche del Paese
  • l’ ebanking,
  • l’analisi criminologica dei fenomeni emergenti
  • i giochi e le scommesse on line
  All’interno del Servizio è stata costituita un’Unità d’analisi del crimine informatico (Uaci) che studia e analizza il computer crime insieme ai più grandi atenei italiani. La Polizia postale partecipa a gruppi di lavoro,

istituiti dal Governo od organismi internazionali, come il “Gruppo interministeriale per la sicurezza delle reti”, il “G8”, la Comunità Europea, il “Consiglio d’Europa”, l”Ocse”, l’Interpol, l’Europol.

 Inoltre collabora con istituzioni, come il Ministero delle comunicazioni e l’Autorità garante per le comunicazioni, e con privati operatori della comunicazione.
 

Concorso 'Energy Professional Network Awards' a Roma a maggio la I edizione

Il prossimo 10 maggio 2011, alle ore 15.00 presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini, sede della Camera dei Deputati, Energy Professional Network, marchio di proprietà della ADL Publishing Srl, divisione editoriale del Gruppo ADL, organizzerà la cerimonia di premiazione relativa alla I edizione del concorso Energy Professional Network Awards.
L’evento, realizzato in collaborazione con le maggiori Università italiane, vuole favorire la ricerca e lo sviluppo di know-how su temi riguardanti la razionalizzazione degli usi finali di energia nell’edilizia pubblica e privata.
Protagonisti della cerimonia, durante la quale saranno premiate tre Tesi di Laurea, saranno giovani laureati in Ingegneria e Architettura che, nel corso dei propri studi, hanno proposto soluzioni di particolare interesse rispetto alla riduzione dei consumi energetici e all’utilizzo di tecnologie innovative che incentivino le fonti di energia rinnovabili.
Il Premio sarà preceduto da un dibattito su “Le nuove frontiere della Ricerca sui temi del risparmio energetico” e “Produzione e innovazione: prodotti e tecnologie eco-orientate”, a cui interverranno illustri esponenti delle Istituzioni, della Ricerca Scientifica e del mondo Industriale italiano.

Per disposizioni legate al servizio di sicurezza è necessario comunicare la propria adesione riportando i dati anagrafici.
Contatti:
Segreteria Organizzativa ADL Group Srl
Tel: 081 3723198
Fax: 081 2209329
E-mail: segreteria@epnawards.com

Responsabile pubblicazione:

Le mostre da non perdere a Pasqua e il 1 Maggio in Emilia Romagna

Saranno tutte aperte a Pasqua, Lunedì dell’Angelo e Primo Maggio le grandi mostre in corso in Emilia Romagna. Da De Chirico a Ligabue, da Melozzo da Forlì ai Longobardi, è assai ricco il cartellone che offrono in questo periodo le dieci città d’arte dell’Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Faenza, Forlì e Cesena, Rimini. “Gli appuntamenti d’arte, soprattutto se si tratta di eventi di alto livello qualitativo – dice Andrea Babbi, amministratore delegato di Apt Servizi Emilia Romagna – sono una forte motivazione di viaggio. In occasione e di questi appuntamenti, chi vorrà visitare le nostre città d’arte, troverà offerte e pacchetti turistici con tutto incluso, anche il biglietto”. Ecco allora tutti gli appuntamenti da non perdere.

BOLOGNA: Pop Art, Museo Morandi e le vie d’acqua della Notte Blu

Partendo dal capoluogo di regione, il Museo Morandi di Bologna (a Palazzo d'Accursio in piazza Maggiore) ospita la mostra del pittore americano Wayne Thiebaud, uno dei protagonisti dell’arte contemporanea americana, frequentemente associato alla Pop Art per via dei suoi soggetti, simbolo del consumismo: caramelle, chewing gum, hot dog. L’operazione della mostra è di accostare le nature morte e i paesaggi di Thiebaud e di Morandi con un risultato d’indubbio fascino. Ingresso: sei euro. Info 051/203332. www.museomorandi.it. Chi sceglierà di andare a Bologna per il ponte dell’1 maggio, potrà vivere la Notte Blu, il 30 aprile. Una serata speciale per scoprire le vie d’acqua di Bologna, i percorsi sotterranei e gli angoli più inediti e sorprendenti con visite insolite, spettacoli e scenografie di luci. Info 051.239660

Per la Notte Blu un pacchetto con un pernottamento in hotel tre o quattro stelle, un itinerario nella Bologna sotterranea, una visita guidata della città, una cena tipica, parte da 93 euro a persona.

PARMA La Follia del genio di Ligabue

Parma è una delle più belle città d’arte italiane e chi vuole visitare questa splendida Capitale Ducale per le feste di Pasqua o dell’1 maggio, troverà aperta la mostra dedicata ad Antonio Ligabue: “La Follia del genio”. L’esposizione (fino al 26 giugno) è alla Fondazione Magnani Rocca di Traversetolo (ci si arriva anche in bus dal centro città). La mostra è una delle più complete (ben 150 opere) mai dedicate al pittore che in paese, a Gualtieri sul Po, chiamavano “El matt”. Oggi Ligabue occupa un posto fra i giganti del XX secolo, grande impressionista, al pari di Van Gogh e Munch. La sua potenza visionaria, i suoi oli, le tigri dalle fauci spalancate, i serpenti che dipingeva con uno studio anatomico rigoroso, i suoi autoritratti, la sua energia e il suo dolore, la sua giungla immaginata fra i boschi del Po, ipnotizzano il visitatore. Biglietto: nove euro. Info: 0521/218889 www.magnanirocca.it. Chi non ha tempo di prenotare albergo e biglietti, troverà varie proposte di soggiorno tutto incluso con: una notte in hotel, prima colazione, degustazione di prodotti tipici, ingresso alla mostra di Ligabue visita guidata della città, una carta sconto per Fidenza Village. Da 80 euro a persona.

REGGIO EMILIA Giorgio De Chirico a Palazzo Magnani

C’è tempo fino all’1 maggio per godersi l’antologica dedicata a uno dei giganti del Novecento artistico italiano: Giorgio De Chirico. La mostra, intitolata “Dipinti 1910-1970. Un maestoso silenzio”, è ospitata in uno dei palazzi più belli della città, Palazzo Magnani (Corso Garibaldi, 29). Il visitatore è accompagnato sul filo del percorso creativo di Giorgio de Chirico, 80 opere- circa 60 dipinti, e una ventina tra disegni, acquarelli e inchiostri. De Chirico propone il celeberrimo tema della piazza, tema cardine della metafisica. Uno spazio reso vuoto che dà vita al concetto di tempo sospeso e ad una serie di sensazioni interiori. Biglietto Intero: nove euro. Info 0522/ 454437 – 444408 - www.palazzomagnani.it MODENA Boom di visitatori alla Mostra del tesoro dei Longobardi

Seimila visitatori in pochi mesi e un successo per alcuni versi inaspettato hanno adesso spinto gli organizzatori a prorogare fino a domenica 26 giugno, l’apertura della Mostra dedicata ai Longobardi, popolo fiero e affascinante.L’appuntamento è allo Spazio Eventi di Spilamberto a due passi da Modena. Località famosa per il suo Aceto Balsamico Tradizionale (è sede della famosa Confraternita, un museo unico al mondo), oggi è sotto i riflettori per questa eccezionale mostra che offre al pubblico i preziosi reperti emersi in uno dei rinvenimenti più importanti degli ultimi decenni. Si tratta dei corredi funerari di una piccola necropoli (VI e VII secolo) attribuibile ai Longobardi. Alcune sepolture, attribuibili a guerrieri e a donne di rango elevato, hanno fatto venire alla luce reperti preziosi, collane colorate, pettini, ceramiche da tavola, abbigliamento, armature. Reperti che raccontano la storia di un gruppo di Longobardi che quindici secoli fa visse sulla riva del Panaro. In questo periodo diversi ristoranti del territorio offrono anche il menù longobardo. Ingresso cinque euro. Info: 059/781270 - www.comune.spilamberto.mo.it

Il week end per scoprire il Tesoro dei Longobardi con un pernottamento e colazione, visita a un’Acetaia o al Museo del Balsamico Tradizionale, una cena tipica, ingresso alla mostra parte da novanta euro.

RAVENNA Da Guttuso a Burri: Arte in Italia nel secondo dopoguerra”.

Da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri. Sono i protagonisti della mostra in corso a Ravenna: “L’Italia s’è desta 1945 –1953. Arte in Italia nel secondo dopoguerra”. 'L’esposizione presenta oltre 170 opere: il meglio e soprattutto quanto di più rilevante, espresso in Italia dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale. E’ la prima volta che una mostra compie una ricognizione del panorama artistico italiano in questo particolare periodo. E indaga i tanti movimenti artistici nati in Italia nell'immediato dopoguerra.

La mostra andrà avanti fino al 26 giugno ed è al Mar Museo d'Arte della città di Ravenna. Ingresso otto euro Info 0544 482477 - www.museocitta.ra.it.

Ci sono tante proposte di soggiorno per visitare Ravenna, la sua arte bizantina e visitare il MAR con la mostra sull'arte del dopoguerra. Partono da 103 euro a persona con pernottamento, prima colazione, cena tipica e ingresso alla Mostra.

FORLI: Melozzo da Forlì nel complesso di San Domenico

C’è tempo fino al 12 giugno per una delle mostre più interessanti di questo periodo: “Melozzo da Forlì – L’umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffaello”. L’appuntamento è a Forlì ai Musei di San Domenico. “La Bellezza che s’incarna nelle sembianze delle donne e degli uomini è gioia dei sensi, consolazione dell’anima, ombra di Dio sulla terra”. Questa era la concezione di Melozzo, pittore considerato l’ispiratore delle generazioni successive e di artisti come Raffaello, Michelangelo, Palmezzano (che fu suo allievo). La mostra proporrà anche altri grandi: da Mantegna, a Piero della Francesca, Bramante e Berraguete, Marco Palmezzano, Raffaello, con un nucleo bellissimo di capolavori. E ancora Perugino, Benozzo Gozzoli, Paolo Uccello. Insomma un’emozionante carrellata di uno dei momenti più felici della storia dell'arte. Aperto anche Lunedì di Pasqua. Costo: intero dieci euro; ridotto sette euro Info: Iat 0543/712435 www.mostramelozzo.it (199.757515).

Le offerte soggiorno per visitare la Mostra del Bello e fermarsi a Forlì, partono da 35 euro con pernottamento prima colazione e ingresso alla mostra.

PIACENZA: Dinosauri iperrealistici e Harry Potter al Castello

Piacerà soprattutto alle famiglie con bambini l’appuntamento di Piacenza dove all’Urban Center (via Scalabrini) in pieno centro storico, si può rabbrividire davanti a 20 ricostruzioni iperrealistiche, rigorosamente in scala 1:1, di dinosauri e altri animali preistorici, alcuni dei quali di dimensioni colossali. E’ un’emozionante immersione a 360 gradi fra i dominatori di un mondo perduto. Completano il percorso murales, pannelli, illustrazioni, making-off cioè i segreti della ricostruzione dei dinosauri, laboratori didattici e tanto altro. Ingresso sette euro. Tel 0523 337745 - www.dinosauri-piacenza.com

Il 1 maggio nel Castello di Grazzano Visconti (Pc) si apriranno le porte della Scuola di Magia di Hogwards: sarà una giornata dedicata a Harry Potter, maghetti e streghe con tutti gli insegnanti di magia, giochi, animazioni, prove di abilità come per esempio scoprire che malefico piano sta preparando Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato ed il suo esercito di Mangiamorte?. La giornata costa 10 euro. Un pacchetto con tutto incluso (tour di tre castelli, ingresso al Parco delle Fiabe, pernottamento in agriturismo cena tipica in un antico casolare, ingresso alla Mostra dei Dinosauri e al Museo delle Cere, pranzo in costume alla taverna medioevale) costa 139 euro, 89 euro i bambini.

FERRARA Festival degli Aquiloni

A Ferrara si festeggia la Pasqua con una grande festa che coinvolge tutta la città al parco Urbano: il Festival Internazionale degli Aquiloni, dal 23 al 25 aprile. Un gran colpo d’occhio sui 250.000 meri quadri di verde attrezzato a ridosso delle mura cittadine. L’appuntamento clou del week end 29 aprile - 1 maggio è a Comacchio, piccola città d’arte e di romantici canali. Comacchio è una delle tappe del lungo Festival di Primavera slow. Un cartellone di eventi ed esperienze nella natura, minitour dei sapori, della cultura e dell’arte, birdwatching, lezioni di fotografia nella natura, gite in barca, biciclettate, passeggiate a cavallo, golf e sport ecosostenibili. Chi vuole scoprire Ferrara in uno dei prossimi week end e festività di primavera, può trovare offerte da 85 euro con il pernottamento in una locanda storica, colazione, cena tipica, mappa e guida della città.

RIMINI: Arte, sport ed enogastronomia squisita

Il Frisbee è ormai diventato l’appuntamento classico delle feste di Pasqua a Rimini. Ragazzi di tutto il mondo che si sfidano sulla spiaggia libera di Rimini versione California, e la sera cantano e suonano la chitarra davanti al fuoco con memorabili feste in riva al mare. Sono attesi 1200 fra migliori freestyler da ogni parte del mondo, provenienti da 25 nazioni. Nell'anno del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, il titolo "Forever young" è in onore dei giovani patrioti del Risorgimento. Il pubblico si ritrova a Rimini non solo per giocare, ma anche per scoprire i gioielli di arte e cultura della città con ‘Rimini City Pass’, la card turistica che apre le porte della Rimini culturale. Info: 0541/56902-53399 www.riminiturismo.it; www.paganello.com; www.riminicitypass.it. Nel week end dell’1 maggio Rimini si trasforma nella capitale italiana ’Enogastronomia di eccellenza grazie a Squisito. Dal 29 aprile al 2 maggio, a San Patrignano, degustazioni di cibi e di vini, laboratori del gusto, dimostrazioni di alta cucina ad opera di chef stellati, mercatini, raduno dei bloggers. Momento clou il Dejeuner sur l’herbe con orchestra di archi sull’erba. www.squisito.org. Pacchetti per un week end in riviera ce ne sono tantissimi e per tutte le tasche, a partire da 27 euro a persona.

Prima di partire, troverete tutte le informazioni su www.cittadarte.emilia-romagna.it, con tante offerte per weekend tutto incluso, hotel e ingresso alle mostre.

Ufficio stampa Apt Servizi – Tel. 0541/430190 www.aptservizi.com

Responsabile pubblicazione:

Fabio Grassi

di APT Servizi


468x60_concerti.gif

COMUNICARE IN ROMENO + AUDIO CD, CORSO DI LINGUA ROMENA PER ITALIANI - BUNGET ILEANA

Comunicare in romeno è un corso di lingua romena per italiani che copre i livelli A1-B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue. Dopo un capitolo introduttivo di fonetica e fonologia a cura di Roberto Merlo, docente di Lingua romena presso l'Università degli Studi di Torino, seguono 15 unità suddivise in gruppi di 4; al termine di ciascun gruppo è prevista una unità di ricapitolazione (Ripasso) che riprende e fissa le strutture presentate nelle unità precedenti. Introdotta da un disegno che ne illustra l'argomento, ciascuna unità è costituita da quattro sezioni: A. Acte de comunicare (Comunicazione), B. Fixarea cuno?tin?elor (Consolidamento delle conoscenze), C. Gramatic? (Grammatica) e D. Vocabular (Lessico); tutte le unità sono inoltre corredate da numerosi esercizi. Data l'estrema flessibilità della struttura, il corso si presta a essere usato tanto sotto la guida di un docente quanto in maniera autonoma, nella sua interezza o separatamente per sezioni o per singola unità. Il volume è completato da un CD-Audio con esercizi e dettati. . Il volume è completato da un CD-Audio con esercizi e dettati.

Autore: Ileana Bunget è docente di Letteratura italiana presso l'Università di Craiova, Romania, e lettrice di lingua romena presso l'Università degli Studi di Torino. È autrice di vari volumi dedicati alla letteratura italiana e di studi e articoli dedicati alle culture romena e italiana, nonché di diversi manuali di lingua romena per stranieri. Ha una grande esperienza nell'insegnamento del romeno L2; dal 1995 è docente dei corsi estivi di lingua e civiltà romena per stranieri organizzati dall'Università di Craiova.

Clicca qui per acquistarlo  sconto 15% e spedizione gratis


DIZIONARIO ITALO-SOMALO - PUGLIELLI ANNARITA

Il Dizionario italiano-somalo è una delle opere lessicali intraprese nell'ambito del progetto Studi Somali, avviato nel 1977-78 come progetto di cooperazione del Ministero degli Affari Esteri con l'Università Nazionale Somala e l'Accademia delle Arti e delle Scienze di Mogadiscio, e tuttora in vita presso il Centro Interdipartimentale di Studi Somali dell'Università degli Studi Roma Tre. La scelta dei lemmi da immettere è stata compiuta a partire dall'italiano ed è stata dimensionata sui dizionari bilingui di media grandezza esistenti per le lingue occidentali (circa 35.000 lemmi). L'identificazione degli equivalenti somali si è basata sulla competenza dei collaboratori somali, tutti profondi conoscitori della lingua italiana, cui è stato anche fornito il rovesciamento automatico del Dizionario Somalo-Italiano (1985), che poteva servire come "ampliamento" delle competenze, visto che numerosi e diversi ne erano stati i compilatori. L'opera è dunque il risultato di una ricerca a più mani, come mostra l'ampio numero di collaboratori che, in varia misura e in diverse fasi, sono stati coinvolti nella sua realizzazione.

Clicca qui per acquistarlo sconto 10% e spezione gratuita


COTIDIE DISCERE Corso di latino - GRAMMATICA, ESERCIZIARIO 1 + cd , ESERCIZIARIO 2 - DE MICHELI G.

Cotidie discere è un corso di latino completo costituito di una grammatica e 2 eserciziari, uno per ciascun anno di corso, e si propone di fornire in modo progressivo una conoscenza esauriente della struttura della lingua latina e di dare conto degli aspetti salienti della civiltà romana. La grammatica sviluppa in modo completo i temi propri della morfologia e della sintassi latina, coniugando un approccio metodologico tradizionale e normativo con i necessari approfondimenti descrittivi, sempre finalizzati all'apprendimento più rapido ed efficace possibile delle strutture linguistiche. La trattazione della teoria grammaticale, attraverso una chiara impostazione grafica, propone su 2 livelli di fruizione: 1) il primo livello è costituito dalle nozioni basilari e necessarie da apprendere a prescindere dall'impostazione del corso e dall'indirizzo di studi e costituisce l'ossatura portante della grammatica; 2) parallelamente e separatamente si offrono gli elementi per un ulteriore sviluppo delle competenze dello studente, attraverso una batteria di strumenti didattici costituiti di note di grammatica storica, osservazioni di approfondimento e dettaglio sulla teoria grammaticale e opportuni confronti con la lingua italiana. Secondo le nuove linee guida, la rubrica Dal latino alle lingue europee suggerisce un costante e puntuale confronto con le lingue europee, che permette di apprezzare tutte le evoluzioni linguistiche del latino nelle lingue oggi più parlate e di comprenderne tutti gli elementi più vivi e attuali.

Sommario Grammatica
Origine e diffusione del latino - Fonetica. Morfologia: Teoria della flessione - I nomi e gli aggettivi - I numerali - I pronomi - I verbi - Le parti invariabili del discorso: avverbi, preposizioni, congiunzioni, interiezioni. Sintassi: Sintassi dei casi - Sintassi del verbo - Sintassi del periodo. Prosodia e metrica: esametro, pentametro e distico elegiaco.

Clicca qui per acquistarlo sconto 10% e spedizione gratis


COTIDIE DISCERE - ESERCIZIARIO 1 + cd rom

Sommario: Ripasso di analisi logica - Le cinque declinazioni del nome - Declinazione degli aggettivi - Numerali - Pronomi - Le quattro coniugazioni attive, passive e deponenti - Verbi anomali - Strutture essenziali: proposizioni finali, consecutive, cum + congiuntivo, infinitive, ablativo assoluto, imperativo proibitivo, coniugazione perifrastica attiva, perifrastica passiva, gerundio e gerundivo, interrogative indirette.

Clicca qui per acquistarlo sconto 10%





COTIDIE DISCERE - ESERCIZIARIO 2

Clicca qui per acquistarlo sconto 10%

Spedizione gratis acquistandoli tutti e tre





Autore: Giuseppe De Micheli, insigne e notissimo latinista, vincitore di concorsi internazionali di poesia latina, ha insegnato per un trentennio presso il Liceo classico "Maffei" di Verona. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni scolastiche.


EFFETTO GOOGLE, La fine del mondo come lo conosciamo - AULETTA KEN

Google, nata appena undici anni fa in un garage, ha trasformato il nostro modo di vivere e di lavorare, ha modificato il modo in cui accediamo alle informazioni e ha rivoluzionato la logica operativa di interi settori, dalla pubblicità all'informazione, dalla televisione alla telefonia. Oltre al motore di ricerca più usato nel mondo, offre gratuitamente a miliardi di utenti servizi come Gmail, Google Maps, Google Earth e YouTube. Nel raccontare la velocissima ascesa di una delle più ricche aziende del mondo, "Effetto Google" ne esplora anche i meccanismi interni. Anche se Google ha sempre cercato di mantenere i suoi segreti, Auletta ha potuto contare sulla massima cooperazione mai fornita a un giornalista, compreso l'accesso a riunioni riservate, oltre che interviste ai fondatori Larry Page e Sergey Brin, al CEO Eric Schmidt e a circa 150 dipendenti ed ex dipendenti. Effetto Google non si limita però a spiegare le ragioni del successo. Evidenzia anche le difficoltà che potrebbe incontrare l'azienda, come è accaduto a colossi quali Xerox e General Motors. Mette in luce i conflitti che la attraversano. Oltre alle informazioni di prima mano, ha raccolto molti aneddoti chiarificatori, e le intuizioni e i giudizi di alcuni protagonisti del settore dei new media e di manager dei media tradizionali.

Clicca qui per acquistarlo sconto 15%


Diretta streaming della Notte Bianca della Scuola e della Democrazia

Appuntamento a Milano, Torino, Bologna e Napoli con la "Notte Bianca della Scuola", una iniziativa del Partito Democratico che nasce dal desiderio di organizzare un "momento di incontro e di confronto aperto con tutto il mondo della scuola per riaffermare il valore della scuola pubblica quale istituzione democratica fondamentale per il futuro del Paese e dei giovani"




Corso d'inglese per gli italiani: Instant English - Sloan John P.

Instant English è un metodo per imparare l'inglese davvero innovativo sia per chi non conosce l'inglese sia per chi vuole dare una rinfrescata alle sue conoscenze. Nato da una felice intuizione di John Peter Sloan che ha pensato un corso diverso da quelli tradizionali. I meccanismi e le regole della lingua e della grammatica inglese qui sono studiati e spiegati in italiano per gli italiani, al contrario di molti altri metodi pensati per gli inglesi.In ogni esercizio ci sono i vocaboli e verbi più usati, cosi impari un inglese ricco e utile in pochissimo tempo e con le pazze e divertentissime storielle scritte da John Sloan per insegnare le regole, ci si diverte e si impara anche la grammatica! Instant English è basato fondamentalmente sulla semplicità, sulla logica e il buonsenso. Questo corso semplice ed innovativo ha come punto di forza i cosidetti building blocks, che permettono, sia a chi si affaccia per la prima volta allo studio della lingua inglese sia allo studente di livello più avanzato, di riuscire a comunicare già dalle prime lezioni e di cavarsela in diverse situazioni. Finalmente un corso che ti spiegherà in modo pratico come si parla nell'ambiente di lavoro, in viaggio o semplicemente nello scrivere una e-mail. Un altro punto di forza di questo metodo sono gli esempi, non i classici esempi dei libri di lingua, ma esempi comici; attraverso il divertimento l'apprendimento risulta più facile.
Il metodo Istant English si suddivide in quattro parti: una parte grammaticale formata da 5 step con esercizi, una parte di conversazione in diverse situazioni, una parte con i modi di dire più frequenti(idioms) ed infine l'ultima parte con vocabolario e verbi. Sono terminati quindi i noiosi pomeriggi passati sopra il libro di inglese per imparare a memoria liste infininite di verbi e di regole grammaticali complicate... Imparare l'inglese con Instant English risulterà quindi semplice e divertente e permetterà di comunicare già dalle prime lezioni e comprendere in maniera chiara ciò che prima non si riusciva a comprendere con tante, tante risate e sano divertimento.




I test ufficiali di odontoiatria 2005-2010

Le 6 prove ufficiali degli ultimi anni - composte ciascuna da 80 quesiti vengono qui proposte interamente risolte e commentate: tutti i quesiti sono accompagnati da una spiegazione che illustra il procedimento risolutivo più efficace e richiama i concetti fondamentali utili per il ripasso degli argomenti oggetto d'esame.





I test ufficiali di medicina 2005-2010

Le 6 prove ufficiali degli ultimi anni - composte ciascuna da 80 quesiti vengono qui proposte interamente risolte e commentate: tutti i quesiti sono accompagnati da una spiegazione che illustra il procedimento risolutivo più efficace e richiama i concetti fondamentali utili per il ripasso degli argomenti oggetto d'esame.

Clicca qui per acquistarlo



Il colloquio didattico. Comunicazione e relazione efficace con le famiglie degli alunni - Quaglia Rocco, Longobardi Claudio

Il colloquio con i genitori è parte integrante della professione dell'insegnante; non si tratta solamente di una conversazione sul rendimento scolastico degli allievi, bensì di una preziosa possibilità di avere accesso a una visione più completa dello studente, che permette all'insegnante di elaborare una valutazione più ragionata e consapevole. Il libro esamina nel dettaglio tutti gli aspetti del colloquio didattico - le caratteristiche, gli interlocutori, gli aspetti distintivi, le fasi dello svolgimento - suggerendo a insegnanti, educatori e psicologi il modo migliore per condurre questi incontri.



Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare - Mastrocola Paola

"Ditemi se le devo ancora insegnare queste cose o no. Forse, se i ragazzi non sanno più l'italiano, vuol dire che la scuola non ha più ritenuto che fosse il caso di insegnare l'italiano. Forse tutti in Italia (o meglio, in Europa) hanno deciso questo: che non è più utile insegnare la propria lingua, e si sono dimenticati di dirlo anche a me, e allora io sono l'ultima a fare una cosa che non interessa più nessuno, e quindi è bene che smetta. Questo libro è una battaglia, perché la cultura non abbandoni la nostra vita e prima di ogni altro luogo la nostra scuola, rendendo il futuro di tutti noi un deserto. È anche un atto di accusa alla mia generazione, che ha compiuto alcune scelte disastrose e non manifesta oggi il minimo pentimento. Infine, è la mia personale preghiera ai giovani, perché scelgano loro, in prima persona, la vita che vorranno, ignorando ogni pressione, sociale e soprattutto familiare. E perché, in un mondo che li vezzeggia, li compatisce, e ne alimenta ogni giorno il vittimismo, essi con un gesto coraggioso e rivoluzionario si riprendano la libertà di scegliere se studiare o no, sovvertendo tutti gli insopportabili luoghi comuni che da almeno quarant'anni ci governano e ci opprimono." (P. Mastrocola)




Educare alla legalità. Suggerimenti pratici e non per genitori e insegnanti - Colombo Gherardo, Sarfatti Anna

Questo libro - che nasce come completamento di Sei Stato tu? La Costituzione attraverso le domande dei bambini - aiuta genitori, insegnanti e tutti coloro che lavorano nella formazione a parlare ai giovani delle regole di una società civile, di rispetto della legalità e dei suoi principi, attraverso l'analisi e lo studio degli articoli più importanti della nostra Costituzione. Nato dall'esperienza diretta di Anna Sarfatti, insegnante di scuola primaria, e di Gherardo Colombo, che negli ultimi anni ha incontrato centinaia di ragazzi nelle scuole, questo saggio è uno strumento indispensabile, affinché dalla scuola primaria alla secondaria si apprendano concetti complessi con parole semplici e tanti esempi concreti. Solo imparando a conoscere la Costituzione da piccoli si può diventare cittadini consapevoli, come dice, in queste pagine, un bambino di dieci anni: "Secondo tutti i bambini che seguono la Costituzione il mondo deve essere rispettato sennò non si chiamerebbe mondo. E grazie al mondo che siamo stati fatti e cresciuti e quindi siamo in debito e dobbiamo dargli un po' di rispetto in cambio".




Le percezioni sensoriali nell'autismo e nella sindrome di Asperger - Bogdashina Olga

La capacità di percepire correttamente gli stimoli ambientali è fondamentale in molte aree dell'agire sociale e comunicativo. Sebbene le persone affette da autismo vivano nello stesso mondo fisico e abbiano a che fare con la stessa "materia grezza" delle persone senza autismo, il loro mondo percettivo è radicalmente diverso. È riportato da molte fonti che le persone autistiche hanno esperienze percettive "insolite". In questo libro Olga Bogdashina tenta di definire il ruolo dei problemi nelle percezioni sensoriali nell'autismo così come essi vengono raccontati dagli stessi individui con autismo. Un libro per permettere a insegnanti e altri professionisti che lavorano con individui autistici di capire pienamente le differenze di percezione sensoriale nell'autismo.

Clicca qui per acquistarlo - spedizione gratuita



8 aprile 2011: in piazza per la Notte Bianca della Scuola


Venerdì 8 aprile 2011 appuntamento a Milano, Torino, Bologna e Napoli con la "Notte Bianca della Scuola", una iniziativa del Partito Democratico che nasce dal desiderio di organizzare un "momento di incontro e di confronto aperto con tutto il mondo della scuola per riaffermare il valore della scuola pubblica italiana quale istituzione democratica fondamentale per il futuro del Paese e dei giovani". Con la Notte Bianca della Scuola si vuole infatti dare voce all'Italia che considera il "valore del sapere" come "motore della crescita". In ogni città coinvolta si svolgeranno lezioni, momenti di approfondimento e di dibattito, spazi di intrattenimento. Inoltre tutte le città saranno collegate in diretta tra loro per dare vita ad "un grande circuito di idee, parole e immagini che coinvolgerà non solo le piazze, ma anche decine di siti web, i social network, alcune tv locali e nazionali".

La notte si potrà seguire in streaming sul sito ufficiale http://www.lanottebiancadellascuola.it/ ed in tv su Youdem.tv, canale 813 di Sky. L'evento inizierà alle 18:00 dell'8 aprile sulla web-radio dedicata all'iniziativa, Radio Notte Bianca. Dalle 21:00 poi ci sarà la diretta dalle 4 città. A Bologna, presso il Teatro Testoni, in Via Matteotti 16, ci saranno Pier Luigi Bersani e il candidato sindaco Virginio Merola; a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, in Corso Magenta 59, Giuliano Pisapia; a Torino, presso la Fabbrica delle E, in Corso Trapani 91/b, Piero Fassino; a Napoli, presso la Galleria Principe, Mario Morcone.

In occasione della Notte Bianca della Scuola, il Partito Democratico vuole lanciare le 10 proposte per la scuola di domani:

1 - Un nuovo piano straordinario per un’educazione di qualità, per aumentare "il sistema territoriale dei servizi educativi della prima infanzia" e "garantire ad ogni bambino e bambina un posto nella scuola dell’infanzia".

2 - La scuola primaria: nessun bambino sia lasciato indietro, per sviluppare i "modelli educativi del tempo pieno e del modulo con le compresenze degli insegnanti", che servono per raggiungere "i più alti livelli di apprendimento degli alunni".

3 - Una scuola autonoma nel sistema delle autonomie locali, per "rinnovare la didattica della scuola superiore" e "dimezzare la dispersione scolastica".

4 - Dai livelli essenziali delle prestazioni (lep) ai livelli essenziali degli apprendimenti e delle competenze (leac), per "garantire l’unitarietà dell’ordinamento dell’istruzione".

5 - Risorse umane e finanziarie certe per la scuola dell’autonomia, per assegnare, senza ritardi ed in un'unica soluzione, ad ogni scuola, le risorse finanziarie necessarie per organizzare la didattica.

6 - Un moderno sistema di valutazione per una scuola pubblica di qualità, per arrivare a valutare correttamente "l'intero sistema scolastico, delle scuole, dei dirigenti e dei docenti".

7 - Formare e reclutare gli insegnanti di domani, per contrastare il precariato, "rendere immediatamente disponibili per l’immissione a tempo indeterminato i posti attualmente coperti con incarico annuale e riprendere in prospettiva il piano di stabilizzazioni intrapreso dal governo Prodi".

8 - Cambiare la scuola per dimezzare la dispersione scolastica il passaggio cruciale dalla preadolescenza all’adolescenza, per "promuovere progetti ed esperienze di continuità e di raccordo curricolare" tra la scuola media e quella superiore.

9 - Istruzione e formazione professionale di qualità per rilanciare il Made in Italy nel mondo, per arrivare ad un'ampia collaborazione tra il "sistema dell’istruzione di competenza dello Stato ed il sistema della formazione professionale di competenza delle Regioni".

10 - Un piano straordinario per l’edilizia scolastica, per "mettere subito in sicurezza il 65% delle scuole italiane" che non sono a norma.




Tecnologia: risorse didattiche sull'energia

Eniscuola è un progetto che Eni ha avviato nel 2000 in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei con l'obiettivo di fornire ai giovani informazioni di alto livello sulle tematiche dell’energia e dell’ambiente. Lo strumento principale di Eniscuola è il portale www.eniscuola.net, disponibile anche in lingua inglese. Il portale conta oltre 1200 pagine di documenti, foto, grafici e tabelle, esperimenti, giochi, video-interviste ad scienziati nazionali ed internazionali, tra cui i premi Nobel Alan J. Heeger e Sir Harold W. Kroto e ricercatori dell’MIT, della World Bank, dell’Imperial College e dell’University of Cambridge. Dal 2007 tutti i testi pubblicati sono presenti in versione audio scaricabile. Il portale propone alle scuole il progetto Imparare Multimedi@ndo!, attuato in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali, il quale coinvolge oltre 6mila studenti ogni anno in programmi di formazione on-line. Eniscuola in numeri: nel corso del 2009 sono state visitate 9 milioni di pagine da 850 mila visitatori unici.

Eniscuola collabora con: Uffici Scolastici Regionali, ARPA, Regioni e Province, Comune di Roma, Fondazione Mondo Digitale di Roma attraverso il progetto Studiare è Sostenibile, Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca ed enti museali, come Città della Scienza di Napoli. Eniscuola, inoltre, partecipa alle più importanti manifestazioni scientifiche e culturali italiane, quali: Festival della Scienza di Genova, Città della Scienza di Napoli, Festival delle Scienze di Roma, BergamoScienza e ExpoScuolAmbiente in Lombardia, Notte dei Ricercatori di Torino, Meeting di Rimini, Scienziati all'Auditorium di Roma.

Nel 2007 Eniscuola ha inaugurato una stagione teatrale con lo spettacolo scientifico “Terra: istruzioni per l'uso” replicato in tutta Italia e seguito da oltre 3000 spettatori.

Con il progetto “Giovani, Energia del Futuro” nel 2008 Eniscuola ha coinvolto un milione e 600 mila studenti della scuola secondaria e oltre 41 mila docenti.

Il progetto Eniscuola è stato riconosciuto dalla Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO e s'inquadra nel Decennio ONU dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile, contribuendo a diffonderne principi e obiettivi.

Per spiegare PlayEnergy a chi non lo conosce non si può fare a meno di 4 parole: energia, scienza, tecnologia, ambiente. Da 8 anni sono gli argomenti che il progetto ludico-educativo gratuito di Enel porta nelle classi di tutto il mondo. Con un obiettivo importantissimo per il futuro del nostro Pianeta: diffondere tra i giovani una cultura energetica responsabile, partendo dalla conoscenza delle fonti e degli impianti per arrivare alla distribuzione nelle nostre case e ai corretti comportamenti di utilizzo.

È un impegno che ogni anno si rinnova coinvolgendo migliaia di studenti di ogni grado scolastico con materiali on e off line e iniziative sul territorio. L’edizione 2010-2011 di PlayEnergy conferma la sua formula consolidata e propone interessanti novità per avvicinare sempre di più i bambini e i ragazzi, a scuola come a casa, ai temi dell’energia e della sostenibilità.

Il mondo di PlayEnergy è completamente gratuito. Per scoprirlo, cominciate proprio da questo sito: troverete sezioni di approfondimento, multimedia, sfide e un’area riservata tutta per voi!




Mappe mentali: cosa sono, a cosa servono e quali sono i siti per crearle

Una mappa mentale (mind map) è una forma di rappresentazione grafica della conoscenza teorizzata dallo psicologo inglese Tony Buzan, a partire da alcune riflessioni sulle tecniche per prendere appunti. (Fonte della descrizione: Wikipedia). Sono state proposte dalla comunità scientifica anche come strumento per la generazione e la rappresentazione delle idee e del pensiero mediante associazioni. In questa categoria vogliamo raccogliere informazioni sull'argomento ed i servizi gratuiti per organizzare al meglio le proprie idee.

Bubbl.us è un'applicazione di mindmapping, che offre la possibilità di generare e condividere direttamente online le proprie ''mappe mentali'', ovvero, progetti ed idee rappresentati in formato visuale attraverso l'utilizzo di semplici diagrammi.

Freemind è un software gratuito scritto in Java pensato per tutti coloro che hanno bisogno di organizzare studio, lavoro e progetti di qualsiasi tipo seguendo degli schemi. Freemind consente di realizzare e personalizzare questi schemi offrendo la possibilità dare un aspetto ''visivo'' alle nostre idee. Il sito in inglese, fornisce informazioni, documentazione, caratteristiche tecniche e quant'altro.

Sito italiano sulla metodologia delle mappe mentali. Inventata dallo psicologo inglese Tony Buzan, tale metodologia consiste in una rappresentazione secondo uno schema gerarchico-associativo di processi mentali. Le mappe sono da tempo impiegate in ambito formativo e aziendale, dove quotidianamente si pongono problemi relativi alla creazione, gestione e condivisione della conoscenza.

La costruzione delle mappe mentali è una tecnica molto diffusa per l'organizzazione grafica, e ha qualche rapporto con la costruzione delle mappe concettuali e delle reti semantiche. Ecco una guida italiana di informazione dedicata esclusivamente all'argomento.

Mind42 è un'applicazione online per generare ed organizzare le proprie mappe mentali. L'interfaccia intuitiva e le diverse funzioni permettono di realizzare facilmente i propri schemi e diagrammi con possibilità di condivisione e collaborazione con altri utenti, preventivamente invitati tramite e-mail, nella realizzazione e nella modifica delle mappe.

Mindmeister è un servizio per creare, modificare, condividere diagrammi. Propone una formula ''basic'' gratuita ed una ''premium'' a pagamento. La particolarità del servizio che lo differenzia da altre applicazioni simili è la possibilità di importare ed esportare mappe realizzate con in locale con il software commerciale Mindjet MindManager e a quello gratuito Freemind.

Mindomo è un servizio di mindmapping, con il quale realizzare e organizzare le proprie idee mediante mappe visuali. Mindomo offre una soluzione gratuita, previa registrazione e una premium avanzata a pagamento. Mindomo consente il salvataggio dei prodotti nei formati d'immagine .png, .jpg, .gif.

Mockingbird propone un originale tool per Webmasters attraverso il quale è possibile realizzare il prototipo del progetto del sito che si andrà a realizzare. Per far ciò basta lanciare l'applicazione, tra l'altro molto intuitiva, e procedere con qualche operazione, per meglio comprendere di cosa si tratta. In inglese.

Text 2 Mind Map è un innovativo e curioso servizio che permette di convertire testi in mappe mentali, ovvero, in diagrammi logicamente organizzati. Basta inserire un elenco ragionato di testi nell'apposito campo e con un click trasformarlo in una mappa grafica fatta di nodi e collegamenti tra le parole inserite. Le mappe possono essere personalizzate con facilità nei colori e nelle dimensioni e sono scaricabili gratuitamente in formato ...

WikiMindMap è un connubio tra ricerca web e brainstorming applicato alle varie versioni di lingua della nota enciclopedia libera, Wikipedia. In pratica, l'applicazione permette di effettuare ricerche all'interno di Wikipedia (tra le quali anche la versione in italiano) mostrando la visualizzazione dei risultati con i relativi argomenti correlati attraverso delle mappe visuali. Basta solo digitare l'argomento di interesse nell'apposito ...

Applicazione online che ti permette di creare mappe mentali e di condiverle con il tuo team di lavoro. Il servizio è al momento di questa recensione ancora in beta test. Registrazione gratuita

Yuml.me
Si tratta di un originale strumento online che, attraverso il linguaggio UML (linguaggio di modellazione unificato), permette di creare semplici schemi esplicativi da inserire in una pagina web.

Fonte: Freeonline



Esame di Stato: consigli utili per preparare la tesina per il colloquio

Uno dei momenti più importanti dell'esame orale durante la maturità è l'esposizione del percorso multidisciplinare. Dopo le prove scritte, molti studenti sono spaventati da quello che viene considerato come un ostacolo vero e proprio: la prova orale, durante la quale si troveranno faccia a faccia con la commissione di insegnanti per essere interrogati sulle varie materie. Ecco qualche consiglio su come realizzare la tesina nel migliore dei modi e fare una bella figura davanti ai professori

Dopo aver superato l'ostacolo delle prove scritte, ogni maturando deve superare il colloquio orale. Durante il colloquio, uno dei momenti più importanti è rappresentato dall'esposizione della tesina, o percorso multidisciplinare, durante il quale il maturando avrà la possibilità di esporre ai professori della Commissione le sue conoscenze su un particolare argomento, spaziando tra le varie materie dell'ultimo anno.

In genere, durante il colloquio, all'esposizione della tesina, si dedicano circa 10 minuti, quindi è importante che, nei giorni precedenti all'orale, lo studente si prepari un discorso sintetico e preciso, che affronti tutte le varie materie della tesina, e che abbia la giusta durata temporale. Con il percorso multidisciplinare lo studente può dimostrare alla commissione di saper fare collegamenti tra le diverse materie, partendo da un argomento particolare.
Uno dei primi consigli che qualsiasi insegnante fa ad i suoi studenti è di trovare un argomento interessante e possibilmente originale. Proporre una tesina, ad esempio, sulla Seconda Guerra Mondiale, darà senza dubbio la possibilità di fare molti facili collegamenti con le diverse materie, ma potrebbe risultare, agli occhi della Commissione, un argomento troppo "banale" o troppo generico. Il consiglio è, quindi, quello di cercare un argomento più specifico (come ad esempio "Estetismo: il culto della bellezza" oppure "La libertà"), per poi trovare tutti i possibili collegamenti nell'ambito dei programmi dell'ultimo anno di scuola. Ed un altro consiglio è quello di dedicarsi ad un argomento che vi appassioni molto e su cui pensate di poter fare un discorso interessante.
L'ideale sarebbe di iniziare a pensare al percorso multidisciplinare sin dall'inizio dell'ultimo anno, per avere il tempo di cercare tutto il materiale necessario e di organizzare il lavoro con calma e portare così all'esame una buona tesina. Sin da settembre, quindi, si può iniziare ad appuntare alcuni argomenti che si vorrebbero approfondire e chiedere un parere ai propri insegnanti per i possibili collegamenti. Non è obbligatorio collegare per forza tutte le materie dell'ultimo anno, ma ad ogni modo almeno le materie principali (italiano, filosofia, storia, fisica e così via) dovranno essere inserite nel percorso multidisciplinare.

Una volta deciso l'argomento ed il titolo della tesina, ci si può dedicare a stabilire i vari collegamenti tra le materie. E' utile a questo punto iniziare a scrivere una possibile scaletta su un foglio o comunque una mappa concettuale per avere una "visuale" completa su come sarà articolato tutto il lavoro.

Finalizzata la mappa concettuale (e scelti quindi tutti gli argomenti da trattare nel lavoro) si possono iniziare a cercare tutte le informazioni necessarie per scrivere la tesina. Potete far riferimento ai libri di testo, come punto di partenza, ma il consiglio è di ampliare le proprie ricerche, cercando maggiori informazioni su internet, facendo ricerche in biblioteca e raccogliendo documenti sui vari argomenti. Tutto il materiale raccolto, dovrà poi essere studiato e rielaborato per rendere il discorso più "vostro" (non limitatevi quindi a fare un "copia e incolla" di quello che avete raccolto, ma cercate di rielaborare il discorso prendendo spunto da tutti i testi che avete raccolto). A questo punto potete anche iniziare a prendere appunti su quali aspetti descrivere di ogni argomento. Ricordatevi sempre che per esporre la tesina avrete solo 10 minuti, quindi non sarà necessario fare discorsi troppo lunghi.

Raccolti ed analizzati tutti i testi e le informazioni sugli argomenti di cui volete parlare, l'ultima cosa che resta da fare è scrivere la tesina. Ci sono vari modi per presentare una tesina alla Commissione. Il metodo classico è quello di fare un'analisi scritta di tutti gli argomenti seguendo un certo criterio (e per questo è importante la scaletta!). Non dovete scrivere un'enciclopedia, anche perché spesso i professori non avranno il tempo di leggerla attentamente, ma cercate di riassumere gli aspetti più importanti di ogni argomento. Siate sintetici al punto giusto e soprattutto chiari nell'esposizione (tutti devono capire cosa avete scritto e cosa volete spiegare).

In alcune scuole i professori consigliano anche di preparare il percorso multidisciplinare in maniera diversa: non come una vera e propria tesina, ma, ad esempio, come presentazione attraverso dei "lucidi". In questo caso non dovrete scrivere tutto il discorso, ma dovrete fare degli schemi sui vari argomenti di cui volete parlare. Schemi che poi, al momento dell'esposizione durante l'esame, potranno essere approfonditi nel vostro discorso.

Un altro metodo usato è quello di preparare una presentazione, ad esempio, con Microsoft PowerPoint. Anche in questo caso potrete essere piuttosto schematici nella presentazione, ricordandovi sempre della durata del colloquio, per far in modo di avere il tempo di esporre tutta la tesina. Per presentare la tesina sarà poi indispensabile avere accesso ad un computer il giorno dell'orale.

In genere, comunque, ad ogni studente viene lasciata la libertà di scegliere il metodo che preferisce per presentare il percorso multidisciplinare. Quindi potrete scegliere ciò che pensate di poter preparare con più facilità e dedicarvi con calma, durante l'anno scolastico, alla realizzazione del lavoro, per non arrivare i giorni prima dell'esame senza avere niente da presentare agli insegnanti. C'è da dire che ci sono studenti che si dedicano alla realizzazione della tesina solo durante l'ultimo mese o nelle ultime settimane precedenti all'esame. Ma, per evitare l'ansia dell'ultimo momento, sarebbe utile iniziare a pensarci molti mesi prima. In bocca al lupo!

> Lo schema
> Il collegamento tra tutte le materie

Fonte: Studenti.it