IL DIRIGENTE SCOLASTICO - LA PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO - Giuseppe Mariani (Cura)

1000 quesiti a risposta multipla divisi per materia. Soluzioni commentate con brevi cenni teorici. Simulazioni della prova d'esame.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO - LA PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO Acquistalo su Hoepli.it con il 15% di sconto spedizione gratuita

Copia e incolla il titolo nella casella di ricerca di Hoepli.it

QUALITA' DI VITA E INTEGRAZIONE SCOLASTICA - Piero Crispiani, Catia Giaconi

In un'ottica di promozione del benessere e di prese in carico efficaci e soddisfacenti, ormai da qualche anno gli interessi e la riflessione scientifica e professionale si concentrano sul paradigma della qualità e della programmazione e valutazione dei servizi alla persona. In tal senso, la situazione di vita delle persone disabili e il contesto scolastico rivelano la loro specificità. I processi di insegnamento/apprendimento, le dinamiche evolutive e la struttura organizzativa della scuola connotata da valori e cultura non appaiono valutabili in una logica aziendalistica orientata all'efficienza, soprattutto quando si prende in esame quella dimensione "speciale" che è l'integrazione scolastica. Gli autori propongono principi, procedure e strumenti orientati a forme di ricerca, di indagine e progettazione di tipo qualitativo, volti a valutare sia la Qualità di Vita della persona disabile, sia la Qualità dell'Integrazione scolastica. L'accurata ricognizione teorica è completata dalla descrizione degli strumenti QdV-dis (Qualità di Vita dei disabili) e Sistema ISIS (Indagine di Soddisfazione dell'Integrazione Scolastica), riportati integralmente nel testo e utilizzabili dal lettore nella sua pratica professionale e di ricerca.
QUALITA' DI VITA E INTEGRAZIONE SCOLASTICA - Piero Crispiani, Catia Giaconi Acquistalo su Hoepli.it con il 15% di sconto spedizione gratuita

Copia e incolla il titolo nella casella di ricerca di Hoepli.it

DISLESSIA - ATTIVITA' DI RECUPERO - ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA

LETTO-SCRITTURA, LETTURA, INFORMATICA
Come rispondere all'esigenza di predisporre una didattica per recuperare competenze deboli e obiettivi non raggiunti? Cosa fare per recuperare davvero? In questo libro gli autori si sono proposti i seguenti obiettivi: costruire la necessaria competenza pedagogica e metodologica che consenta di progettare percorsi didattici che permettano, anche all'alunno in difficoltà, di accedere al sapere; costruire competenze comunicative e relazionali che rendano i docenti capaci di affrontare le situazioni di diversità senza appiattirle sul deficit; attivare processi alti e migliorare contemporaneamente le abilità tecniche.

DISLESSIA - ATTIVITA' DI RECUPERO - ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA Acquistalo su Hoepli.it con il 15% di sconto

DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO - AID (ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA)

RACCOMANDAZIONI PER LA PRATICA CLINICA DI DISLESSIA, DISORTOGRAFIA, DISGRAFIA E DISCALCULIA
Le "Raccomandazioni per la pratica clinica dei disturbi evolutivi specifici di apprendimento (DSA)", elaborate con il metodo della Consensus Conference, raccolgono per la prima volta in Italia, in modo critico e sistematico, una serie di definizioni teoriche e operative per la diagnosi e l'intervento relativi ai DSA. La metodologia della Consensus Conference, promossa dall'Associazione Italiana Dislessia e realizzata attraverso la partecipazione delle associazioni e società scientifiche coinvolte nello studio dei DSA, ha consentito la creazione di un testo ampiamente condiviso e rigoroso sul piano scientifico. Rivolto a neuropsichiatri infantili, psicologi e riabilitatori dell'età evolutiva, il volume offre una sintesi delle conoscenze acquisite e consolidate che devono guidare la pratica clinica e alcune indicazioni sui temi che richiedono ulteriori conferme scientifiche da utilizzare con maggiore cautela.
 
DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTOAcquistalo su Hoepli.it con il 15% di sconto

Copia e incolla il titolo nella casella di ricerca di Hoepli.it

AUTISMO, SCUOLA E FAMIGLIA - Anna Maria Favorini e Fabio Bocci

NARRAZIONI, RIFLESSIONI E INTERVENTI EDUCATIVO-SPECIALI
Nel volume gli autori, riferendosi ai contributi scientifici più recenti e accreditati, si prefiggono l'obiettivo di presentare le principali caratteristiche del disturbo autistico, ponendo particolare attenzione alle implicazioni socio culturali e alle modalità di intervento educativo e riabilitativo basate su una diagnostica funzionale all'individuazione delle aree deficitarie e delle aree di potenzialità, differenti per ogni soggetto. Il volume si articola in due parti. La prima è dedicata agli approfondimenti teorici e diagnostici, alla trattazione dei modelli di intervento educativo-riabilitativi. Si affrontano poi alcuni aspetti di interesse pedagogico, quali il coinvolgimento della famiglia e la rappresentazione dell'autismo nella società mediante il punto di vista della letteratura e del cinema. La seconda parte è focalizzata maggiormente sull'intervento nella scuola, attraverso l'approfondimento di concetti chiave, quali didattica speciale, integrazione, diversità e con la presentazione di alcuni casi corredati da griglie di osservazione, da strumenti e tecniche d'intervento, da schede e modelli per l'elaborazione e la strutturazione di piani educativi personalizzati.

AUTISMO, SCUOLA E FAMIGLIA - Anna Maria Favorini e Fabio Bocci Acquistalo su Hoepli.it spedizione gratuita

Copia e incolla il titolo nella casella di ricerca di Hoepli.it

Riforma dell’università: i punti salienti del ddl

In un documento pdf di 10 pagine sono illustrati i punti salienti (ed evidenziati i provvedimenti più significativi) del Disegno di Legge sulla Riforma dell'Università.

Guarda il Documento

Rapporto Pisa: l'Italia risale le classifiche Ocse

L’OCSE ha reso noti oggi i risultati dell’indagine PISA (Programme for International student assessment) svolta nell’aprile 2009. Il rapporto segnala un grande successo dell’Italia che risale nelle classifiche europee di sei posizioni nella comprensione dell’italiano rispetto al 2006, di tre nella matematica e di una nelle scienze. L’Italia è dunque tra i Paesi che migliora maggiormente nella qualità scolastica a livello mondiale come riconosciuto dall’OCSE.
L’indagine misura i livelli di competenza raggiunti dagli studenti nelle seguenti aree:
 
  • lingua italiana
  • matematica
  • scienze
 
L’inversione di tendenza ha riguardato tutti e tre gli ambiti presi in considerazione con un miglioramento complessivo del sistema qualitivo scolastico.
 
“È un risultato che ci rende orgogliosi – ha dichiarato il ministro Mariastella Gelmini - L’Italia inverte finalmente il trend negativo che durava da dieci anni. Le classifiche internazionali mettono il nostro Paese tra quelli che hanno avuto tra i più significativi miglioramenti. In questi anni si è investito tanto sulla valutazione degli apprendimenti e ora i risultati ci premiano. Cresciamo nelle materie più importanti salendo di sei posizioni nelle classifiche europee per la comprensione della lingua italiana, di tre per la matematica e di una per le scienze. Sono risultati eccezionali che dimostrano come la scuola italiana sia migliorata e non peggiorata”.
 
 NOVITA’ NELLE TRE MACROAREE
 
 LINGUA ITALIANA
 
 Nella comprensione della lingua italiana l’Italia risale di sei posizioni nella graduatoria europea rispetto al 2006 con un punteggio medio di 486.
 
MATEMATICA
 
 In matematica il Paese risale di tre posizioni rispetto al 2006 con un punteggio di 483.
 
SCIENZE
 
Nelle scienze l’Italia risale di una posizione nelle classifiche europee con un punteggio medio degli studenti di 489.
 
Gli studenti dei licei fanno segnare buoni risultati collocandosi al di sopra della media nazionale e della media OCSE; anche gli studenti degli istituti tecnici sono al di sopra della media nazionale.
 
AREE GEOGRAFICHE
 
 Gli studenti dell’Italia settentrionale raggiungono i risultati migliori con punteggi ben al di sopra della media OCSE. Sono però gli studenti del Sud, in questa edizione dell’indagine, a registrare i progressi maggiori, riducendo il divario nei punteggi rispetto ai coetanei del Nord. Questo risultato è stato determinato anche dalle numerose iniziative, realizzate nel mezzogiorno grazie all’impiego dei fondi PON.
 
Tra le regioni, la Lombardia è quella che raggiunge i migliori risultati, superando la media OCSE in lettura (522), matematica (516), scienze (526). Non meno significativo il dato della Puglia che, unica regione del Sud, ottiene risultati superiori rispetto alla media nazionale, recuperando solo in matematica ben 50 punti.
 
L’Italia, che partecipa fin dalla prima edizione del programma, ha selezionato per la prima volta un campione di scuole rappresentativo di ogni singola realtà regionale, (incluse le due province autonome di Trento e Bolzano) e di ogni tipo di scuola (licei, istituti tecnici, istituti professionali, scuole medie, formazione professionale) per un totale di 1.097 istituti e 30.905 studenti.
 
Nel corso degli anni il numero dei Paesi che partecipano all’indagine PISA è andato costantemente aumentando, passando dai 35 paesi del 2000 ai 74 di quest’ultima edizione; tra questi tutti e 34 i paesi membri dell’OCSE. L’aumento del numero dei Paesi si è accompagnato ad una crescita di interesse da parte del mondo della ricerca educativa internazionale.
 
fonte: MIUR