Berlusconi: "I tagli alla scuola non esistono"

la replica del premier in Aula - Dalla crisi economica alla scuola, dai rapporti con la Russia a Gheddafi. La replica di Silvio Berlusconi in Senato ha affrontato quelli che il premier considera i successi del Governo. Il Cavaliere ha risposto alle accuse dell'opposizione in un discorso dai toni più accesi rispetto all'intervento di questa mattina.
Il consenso del governo - Il confronto "civile" tra maggioranza e opposizioni come l'Udc e il Pd "Non è questione di numeri parlamentari perché se guardiamo a questi, ieri alla Camera si è dimostrato che il governo gode di un consenso parlamentare più ampio, ieri c'è stata la fiducia più alta avuta nella legislatura". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nella replica al Senato prima del voto di fiducia.
I rapporti con la Russia - Il presidente del Consiglio si è poi difeso dalle accuse del senatore Zanda. "Il senatore Zanda sembra essere contento perché l'Italia non sarebbe protagonista in politica estera. Lei, Zanda, si sbaglia di grosso. L'Italia con il mio Governo è molto ascoltata nel mondo". Lo afferma il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella sua replica al Senato. Berlusconi sottolinea di essersi utilmente speso per avvicinare Usa-Russia. "Ho anche convinto il Presidente Usa - dice Berlusconi - ad intervenire dopo il crac di Lehman Brothers. Caro Zanda, chieda a Putin e Sarkozy come la Russia rinunciò ad attaccare Tbilisi".
"Nessun inginocchiamento con Gheddafi" - Berlusconi ha poi replicate alle accuse sui rapporti con la Libia sostenendo che non c'è nessun inginocchiamento: "Abbiamo ereditato una Libia che non voleva piu' darci ne' gas ne' petrolio ne' commesse. Oggi abbiamo gas e petrolio per 40 anni, commesse ed una festa dell'amicizia tutti gli anni. Questo senza alcun inginocchiamento da parte dell'Italia". Lo afferma il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella sua replica a Senato, sui rapporti con Gheddafi.
"I giornali di sinistra"- "Sapete contare le copie? vedrete che i giornali considerati più vicini a noi, che forse ci fanno più male che bene, sono una porzione minore dell'intera tiratura dei giornali. La maggior parte dei media sono più vicini alla sinistra.
I rifiuti a Napoli - "Napoli ha avuto risolto definitivamente il problema dei rifiuti. Non funziona la raccolta perché è gestita dall'amministrazione comunale di Rosa Russo Iervolino".

La scuola - "Sulla scuola ho sentito critiche scarsamente documentate così come sulla giustizia e sulle cooperative. La sinistra ha costruito una forte egemonia culturale e politica con una capacità di ribaltare i fatti straordinaria. E' l'ennesima bugia, la spesa per la scuola è aumentata del 30 per cento". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi nel corso della sua replica al Senato. Il Cavaliere rivolto ai banchi dell'opposizione aggiunge: "Avete trasformato la scuola in un enorme ammortizzatore sociale assumendo precari senza curarvi della qualita' degli insegnanti e dell'insegnamento così i ragazzi quando escono dalla scuola non hanno le capacità per inserirsi nel mondo lavoro".

I rapporti con Israele - "Sono sempre stato un amico di Israele. I valori che ci uniscono a quel popolo sono numerosi e fortissimi. Anche io mi sento israeliano".
Crisi economica - "Stiamo uscendo meglio di altri dalla crisi anche se abbiamo ereditato dei ritardi nel sistema Paese e abbiamo ereditato dal passato un debito pubblico che ci costa il doppio di quello che mediamente costa agli altri Paesi. Le nostre imprese poi spendono di piu' perche' pagano di più l'energia visto che noi abbiamo abbandonato il nucleare a causa degli ecologismi della sinistra. Le centrali sono sicure".